Dalla filiera del marmo 12 nuovi posti di lavoro

Al via Marble Leap: corsi di formazione per creare figure professionali ad hoc. Dai lucidatori dei blocchi ai tecnici di marketing: nascono i mestieranti di domani

CARRARA. Una dozzina di posti di lavoro nel settore lapideo da profili che rispondono «alle esigenze delle imprese del territorio» e che arriveranno da corsi di formazione che partiranno nelle prossime settimane e che si concluderanno ad aprile 2019. È questo l’impegno di organizzatori e imprese aderenti del progetto targato dalla Regione Toscana per il settore marmo che, come recita la nota, «prevede interventi formativi e di accompagnamento rivolti a disoccupati, occupati e futuri neo imprenditori nel settore della trasformazione e commercializzazione del marmo».

A fine mese parte Marble Leap. Partirà con il primo bando a fine mese Marble Leap – nato dalla collaborazione tra Irecoop Toscana Soc. Coop (capofila), Internazionale Marmi e Macchine Carrara Spa, Centro Sperimentale del Mobile e dell’Arredamento Srl. , Asev Spa (Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa), agenzie formative del territorio e Apuana Corporate.

Si tratta di un progetto finanziato dalla Regione Toscana per un importo di quasi mezoz milione di euro (440.633mila per la precisione). Corsi di formazione gratuiti – da febbraio 2018 ad aprile 2019 – che saranno suddivisi in quattro azioni spiegate nei dettagli dagli organizzatori ieri da Carrara Fiere.

La prima azione di Marble Leap prevede dunque la formazione di 4 figure professionali: addetto alla lucidatura e levigatura di materiali lapidei e riguarderà 10 allievi per un totale di 1010 ore (di cui 375 ore di stage); altri 10 allievi per la figura di addetto alla lavorazione del marmo (900 ore totali di cui 300 ore di stage). Per queste due figure il bando per partecipare partirà a metà febbraio.

Da fine mese partirà invece il bando per accedere ai corsi di formazione per altre due figure professionali: tecnico della progettazione di prodotti industriali (10 allievi per un corso di 710 ore, di cui 220 ore di stage); tecnico del marketing con, anche in questo caso, 10 allievi per 710 ore complessive (di cui 250 ore di stage). Per i primi due profili (addetti) è richiesta la scuola dell’obbligo, il diploma per gli altri due (tecnici). Per entrambi è necessario essere maggiorenni, residenti in Italia e disoccupati (inoccupati o inattivi, iscritti al centro dell’impiego). I bandi rimarranno aperti per un mese.

Quaranta allievi per 12 posti. Assieme a questa prima azione, composta dai 40 allievi finali da cui verranno selezionati i 12 posti di lavoro, ecco anche altre tre azioni che si diramano lungo Marble Leap. Due di queste dedicate al lavoro autonomo e alla creazione d’impresa con un percorso integrato di orientamento (6 ore), formazione (2 corsi di 80 ore) e consulenza (6 ore); una rivolta ai giovani (fino a 29 anni), l’altra agli over 30. L’ultima, infine, prevede 6 corsi (260 ore complessivamente) di aggiornamento professionale per occupati (imprenditori e lavoratori di imprese).

«Questi corsi – ha spiegato Claudio Morelli (Apuana Corporate) – seguono una logica territoriale e per capire le esigenze abbiamo incontrato le imprese. Vogliamo poi fare dei convegni itineranti nel corso dei 30 giorni in cui i bandi saranno aperti per informare chi vorrà partecipare. Il settore marmo è in crescita, gli artigiani però continuano a soffrire, dobbiamo puntare su formazione e innovazione tecnologica». «Il progetto innovativo – ha detto Laura Malavolta (Imm) – parte dalle esigenze di un territorio. L’impegno è per la collocazione di 12 persone; gli altri però si presenteranno alle aziende con una formazione aggiornata». «Le agenzie formative hanno tradotto, con questi corsi, le esigenze delle imprese», ha chiosato al termine della presentazione Marco Pippolini della capofila Irecoop. Per ulteriori informazioni e per tempistiche e dettagli dei vari bandi bisogna consultare i siti di riferimento degli organizzatori e la pagina Facebook del progetto Marble Leap.