La Notte Bianca diventa gialloazzurra. Carrarese, gran folla alla presentazione in piazza Alberica

La città in festa contagiata dall’entusiasmo per la squadra. Baldini insiste: «Insieme si può arrivare anche in serie B»

CARRARA. È stata una notte giallo azzurra, più che bianca, quella andata in scena sabato 19 agosto di sera nel centro a Carrara. E' stata presentata infatti a città e a tifosi la Carrarese Calcio 2017-2018 di mister Silvio Baldini, all'interno dell'edizione numero quattro della Notte Bianca (patrocinata dal Comune di Carrara e organizzata dalla Pro Loco Carrara in collaborazione con il Ccn “Carrara dei marmi”). Il tutto, dalla presentazione degli atleti del settore giovanile fino alla prima squadra, nell'entusiasmo di una piazza Alberica gremita.



E così, quando erano da poco passate le 21, è scattato il via alla serata giallo azzurra, condotta da Luca Bardini e Salvatore Lombardo e con le ballerine della Scuola New Arcobaleno Dance di Carrara. Durante la serata sono state inoltre presentate le nuove maglie della Carrarese per la stagione 2017-2018: giallo azzurra, quella casalinga, gialla, amaranto e quella del portiere.

La serata. Prima, a salire sul palco, sono stati i bambini del 2008 di Giorgio Frediani con i Pulcini (2007) di mister Gabriele Galeotti; poi è stata la volta degli Esordienti (2006) di Massimo Guidi, dei Giovanissimi B (Professionisti) allenati da Luca Paoli e dei Giovanissimi (Professionisti) di Roberto Bennati. Di seguito, prima del turno della rosa a disposizione di mister Baldini, a essere chiamati sul palco di piazza Alberica sono stati gli Under 15 (Nazionali) di Giuseppe Mazzanti, Under 16 di Marino Spallanzani, Under 17 (Nazionali) di Daniele Ficagna, i ragazzi della Berretti di Mauro Nardini e la novità di quest'anno rappresentata dalla squadra femminile della Carrarese Calcio.



Infine sono arrivati gli azzurri che disputeranno il campionato di Serie C (girone A) con i cori e gli applausi che hanno accompagnato e scandito i nomi di tutti gli azzurri saliti sul palco. Dagli estremi difensori fino agli attaccanti, passando per staff tecnico e società e arrivando così al mister Silvio Baldini, accolto dal fragoroso applauso dei moltissimi presenti. «Nello spogliatoio – ha detto mister Baldini – abbiamo la scritta di Nelson Mandela che dice che il vincitore è un sognatore che non si è mai arreso. Dobbiamo crederci, alla fine ce la faremo: questo è il motto della Carrarese. Mai scoraggiarsi, mai arrendersi, a maggio tiriamo le somme, ora sogniamo in grande». Parole a cui il pubblico ha risposto con grande entusiasmo; poi la parola è passata a capitan Marchionni.

«C'è tanto entusiasmo, il campionato è lungo e difficile, ma è un bel gruppo il nostro: vogliamo stupire». Sul palco sono poi saliti il presidente Fabio Oppicelli e il dg Gianluca Berti. «Faremo sicuramente qualcosa da qui al 31, la ciliegina speriamo», il punto di Berti sul mercato. Alla fine, per l'amministrazione, sono intervenuti per i saluti anche il vicesindaco Matteo Martinelli e l'assessore allo sport Alessandro Trivelli; poi spazio alla musica in chiusura di un altro carrarese, Francesco Gabbani, e la sua Occidentali's karma che ha fatto ballare pubblico e giocatori.

Luca Barbieri