Zuffa tra marocchini davanti al Comune

Paura tra i passanti. L’episodio preoccupa gli aullesi. E su Facebook si scatena la polemica

AULLA. Una zuffa tra un gruppo di cittadini extracomunitari ha scatenato il panico in centro ad Aulla, proprio davanti al Comune. L’episodio è avvenuto nel primo pomeriggio davanti al Comune, davanti ai passanti che sono scappati terrorizzati. Sono intervenuti i carabinieri, anche se alla vista delle divise i protagonisti della rissa si sono dileguati facendo perdere le loro tracce. Un paio di loro però sono stati identificati dalle pattuglie che hanno cominciato a girare nelle zone più frequentate dagli stranieri, in particolare nordafricani. Al momento nessun provvedimento però è stato preso nei loro confronti.

L’ennesimo episodio che coinvolge extracomunitari ha scatenato le proteste della gente di Aulla, esasperata per le continue zuffe tra spacciatori che si stanno combattendo tra loro per impossessarsi del territorio. Anche lunedì sera i carabinieri erano dovuti intervenire su segnalazione di alcuni residenti che avevano visto dei marocchini darsele di santa ragione. Anche con delle bottiglie che avevano spaccato in terra e che usavano a mo’ di coltello per ferire.

Sulle pagine Facebook di Aulla si sono scatenati i commenti ed è tornata in ballo l’indagine che ha visto una ventina di militari finire nel registro degli indagati e otto di loro colpiti da misure cautelari. Il brigadiere Alessandro Fiorentino si trova ancora in carcere dopo che il riesame ha detto no alla richiesta di scarcerazione presentata dal suo difensore. La gente chiede l’esercito per ristabilire la sicurezza.