Tentano uno scippo e fanno furti in casa Denunciati stranieri

Senza flagranza non è stato possibile arrestare la coppia Carabinieri e guardia di finanza intensificano i controlli 

PONTREMOLI. Controlli a tappeto da parte dei carabinieri e della guardia di finanza in Lunigiana. A luglio le attenzioni delle forze dell’ordine si sono concentrate nei luoghi di ritrovo dei centri urbani, come le stazioni ferroviarie, i caselli autostradali e altri punti ritenuti nevralgici dagli inquirenti. Il giro di vite ha consentito di identificare oltre cinquecento persone (di cui 30 sottoposte a misure di prevenzione), duecento autovetture e numerosi esercizi commerciali. Sono state fatte numerose multe per (velocità pericolosa e guida con il telefonino). Un centinaio, complessivamente, i punti delle patenti che sono saltati.

I carabinieri dei Nas invece sono entrati in numerosi esercizi commerciali lunigianesi, per una minor corretta attuazione delle norme igienico-sanitarie, senza peraltro riscontare situazioni preoccupanti. Piccolezze quelle riscontrate dai militari del nucleo anti sofisticazioni. Come la mancanza di etichetta sulle confezioni degli alimenti oppure la non corretta esposizione dei prodotti in vetrina (mancavano gli ingredienti). Multe ma nessun provvedimento penale. Anche se le sanzioni sono state piuttosto pesanti.

Il controllo del territorio, anche grazie al contributo dei cittadini che hanno segnalato situazioni che andavano contro la legalità, ha permesso di denunciare due stranieri, senza fissa dimora, che gravitavano nella zona di Aulla e Terrarossa. Sono ritenuti responsabili di diversi furti commessi in esercizi commerciali e su veicoli in sosta nonché di una tentata rapina a una signora di 55 anni. Hanno provato a portarle via la borsa dopo averla ripetutamente strattonata. Ma sono stati visti da alcuni passanti che poi si sono rivelati fondamentali per la loro individuazione, dato che hanno fornito parecchi elementi ai carabinieri che li stavano cercando. Non è stato possibile arrestarli perché non c’era la flagranza.

L’operazione, iniziata il primo di luglio, proseguirà per tutto il mese di agosto. E vedrà scendere in campo il personale inviato dal comando provinciale Carabinieri di Massa Carrara, dei reparti speciali dell’Arma (Nas e Nil) E unità cinofile di Pisa, Firenze e della guardia di finanza di Massa. Un’attenzione che viene riservata al territorio lunigianese per il massiccio arrivo dei turisti nel periodo estivo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.