Picchiano barista e scappano

I due clienti hanno tirato un pugno all’uomo quando ha chiuso il locale. Prima c’era stata una lite

MASSA. Misteriosa aggressione la scorsa notte in via Baracchini, alla Partaccia. Il titolare di un bar è stato trovato in terra, privo di sensi. Alle tre del mattino. È intervenuta l’ambulanza e una pattuglia dei carabinieri. L’uomo si è ripreso rapidamente. Evidenti i segni delle percosse - soprattutto sul mento - ma le sue condizioni non destavano preoccupazioni, anche se è stato portato ugualmente al Noa per essere medicato. Il referto parla di pochi giorni. La vittima del pestaggio ha detto di non conoscere i due che gli sono saltati addosso. Ma erano clienti, un uomo e una donna, con cui aveva avuto un diverbio perché in evidente stato di ebbrezza. Lui era appena uscito dal bar e stava andando a casa. Al momento è la stazione di Massa dell’Arma che sta indagando per scoprire i responsabili.

Alla Partaccia non c’è pace. L’episodio segue di qualche settimana gli spari contro un marocchino che scappava, sempre di notte e sempre in via Baracchini. L’extracomunitario agli inquirenti ha raccontato quello che era accaduto confusamente. Aveva perso un po’ di sangue ma comunque le sue condizioni di salute erano buone.

A tendergli l’agguato sono state due persone (la sensazione della squadra mobile, titolare delle indagini, è che si tratti di connazionali del ferito) a bordo di un’automobile. Hanno aspettato che il ragazzo si alzasse dal tavolino del bar, dove aveva consumato e dove aveva parlato con alcuni amici, e che inforcasse la sua bicicletta. Gli sono andati dietro a fari spenti mentre lui pedalava in direzione casa. Si è accorto quasi subito che c’era qualcosa che non andava e ha provato a infilarsi in una strada parallela, ma non c’è riuscito perché quelli nella macchina scura hanno acceso gli abbaglianti, in modo da impedirgli di vederli in faccia, e gli hanno sparato un colpo di pistola.Di piccolo calibro, probabilmente un 22. E lo hanno visto finire in terra. Ferito. Perché urlava per il dolore.

Hanno proseguito dando un vigoroso colpo di acceleratore e spegnendo nuovamente le luci. In pochi istanti hanno fatto il vuoto. La squadra mobile ha acquisito anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza che insistono sulla zona, giusto per capire qualcosa di più della macchina utilizzata per l’agguato. Ma al momento non sono emerse novità, anche se l’impressione è che gli uomini di Antonio Dulvi Corcione stiano seguendo una pista ben precisa.

I due episodi non sono collegati tra loro. L’aggressione della scorsa notte nasce da una lite tra il barista e una coppia di avventori. Gente che comunque non frequenta il suo locale, capitata per caso alla Partaccia. Tutte circostanze che devono essere chiarire, però.

Certo le notti in via Baracchini sono tutto fuorché tranquille. Come testimoniano gli esposti che continuano ad arrivare alle forze dell’ordine. Ma i controlli sono già aumentati ed è difficile farne di più di giorno e di notte. (d.d.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.