Massa, raffica di multe ai furbetti dei rifiuti

Il report della Polizia municipale: ingombranti ma non solo, gli irregolari scovati con le telecamere

MASSA. Nei primi sette mesi del 2017 sono stati 59 i verbali emessi dalla Polizia Municipale per violazioni alla determinazione dirigenziale n. 1387/2011 la quale - si spiega in una nota - stabilisce le modalità di conferimento dei rifiuti urbani indifferenziati e assimilabili agli urbani compresi i rifiuti ammessi alla raccolta differenziata. Si tratta di cittadini che invece di conferire i rifiuti domestici ben chiusi nei sacchetti dentro i cassonetti li hanno lasciati fuori, a terra, oppure li hanno versati in forma sfusa direttamente all’interno dei cassonetti e talvolta anche fuori.

Nello stesso periodo - sottolinea la Polizia municipale - sono stati rilevati anche 12 abbandoni di rifiuti cosiddetti ingombranti, di solito componenti d’arredamento o elettrodomestici, i quali sono stati ben più pesantemente sanzionati ai sensi della legge n. 152 del 2006».



Il tutto, si fa notare, è reso possibile dal supporto tecnico garantito dall’azienda Asmiu la quale ha attivato una vigilanza “itinerante” mediante l’utilizzo di telecamere posizionate nei pressi delle piazzole ecologiche le cui immagini vengono poi messe a disposizione della Polizia Municipale.



«L’obiettivo, com’è evidente, è di dissuadere quei comportamenti spesso originati da pigrizia o noncuranza che provocano, oltre a un aumento delle spese di rimozione, un immediato ed evidente peggioramento delle condizioni ambientali incrementando nella cittadinanza quella sensazione di degrado che non resta circoscritta alla sola area interessata all’abbandono dei rifiuti. Una città pulita è un posto più bello e più sano dove vivere, è un obbiettivo di civiltà che può essere facile da ottenere purché tutti cittadini ne capiscano l’importanza e collaborino per il suo raggiungimento attraverso il rispetto delle modalità previste per il conferimento dei rifiuti e con l’utilizzo, per gli ingombranti o i rifiuti speciali, della Ricicleria di Via Dorsale», si conclude la nota della Polizia municipale.