I lavori per le nuove medie cominceranno a settembre

Aulla, potranno finalmente partire i lavori per la realizzazione delle nuove scuole medie nelle aree ferroviarie dismesse della Pontremolese

AULLA. A settembre potranno finalmente partire i lavori per la realizzazione delle nuove scuole medie nelle aree ferroviarie dismesse della Pontremolese, a monte dei container bianchi che ospitano le elementari, container che hanno i giorni contati, visto che, sempre a settembre, i bambini faranno il loro ingresso nel nuovissimo plesso scolastico ubicato fra i quartieri del Groppino e della Barcara.

Un investimento da un milione e 700mila euro quello per le nuove scuole medie aullesi, finanziato dalla Regione Toscana, che consentirà di lasciare definitivamente alle spalle, senza dimenticarle, le immagini terribili, stampate nella memoria collettiva ad Aulla, dell’acqua e del fango del fiume Magra che devastano il plesso scolastico di piazza Garibaldi il 25 ottobre 2011, giorno della mortale alluvione, rendendolo inagibile e determinando il suo parziale abbattimento qualche tempo dopo.

Ed è il consigliere regionale Giacomo Bugliani del Partito Democratico ad annunciare lo sblocco del denaro, sottolineando l’arrivo del via libera al progetto da parte della commissione affari istituzionali del consiglio regionale toscano, da lui presieduta. «Abbiamo sbloccato risorse attese e urgenti, un passaggio fondamentale – spiega Bugliani – che permetterà così di avviare lavori che potranno partire già da settembre. Finalmente, quindi, si concretizza il progetto di ricostruzione con questo ulteriore e fondamentale stanziamento, con i cantieri che saranno operativi a breve per poter dare ai nostri ragazzi una scuola vera, quella che, giustamente e doverosamente, si aspettano di trovare e frequentare ogni mattina. Aulla aveva bisogno di questa risposta e con soddisfazione oggi possiamo dargliela» aggiunge il consigliere regionale dem, il quale spiega che il milione e 700mila euro che servirà a realizzare l’edificio scolastico è contenuto nella variazione di bilancio approvata ieri dalla commissione regionale affari istituzionali.

«Dalle analisi rilevate nella zona dove sorgerà la nuova scuola media, inoltre, è emerso che non servono procedure di bonifica – prosegue Bugliani – e con la chiusura del procedimento, che avverrà a stretto giro, il Comune di Aulla potrà consegnare l’area alla Regione Toscana per i lavori, senza quindi ulteriori rallentamenti. Sappiamo bene che la comunità ha atteso, da tempo, che si sbloccassero le risorse e, di conseguenza, l’iter per poter realizzare questo intervento fondamentale. È per questo che siamo soddisfatti che finalmente si sia raggiunto questo obiettivo, perché tutti noi desideravamo poter vedere i nostri ragazzi studiare in scuole confortevoli e adeguate».

Gianluca Uberti