Quattro le caserme coinvolte

Aulla, Pontremoli, Licciana e Albiano: qui per la procura avvenivano i soprusi dei carabinieri