700 chilometri in bici per il Papa

Tappa a Pontremoli per i pellegrini su due ruote che raccolgono fondi per i bimbi

PONTREMOLI. Passerà da Pontremoli il prossimo 2 ottobre, un'allegra comitiva che si è proposta di raggiungere in bicicletta Roma, attraversando il secolare cammino della Via Francigena, giungendo in piazza San Pietro il 9 ottobre occasione quando Papa Francesco celebrerà l'Angelus.

Una comitiva mossa da una profonda motivazione, quella di raccogliere fondi destinati a minori condizioni di disagio socio-economico. E così dal 1° al 9 ottobre un gruppo di ciclisti sarà protagonista di "Bikes for children", un'iniziativa avvincente ed emozionante: oltre 700 km in bicicletta sulla Via Francigena per raccogliere fondi a favore dei bambini in difficoltà di cui si occupa Sport Senza Frontiere Onlus.

Un'impresa sportiva, per la pace e l'integrazione sociale, sostenuta da una cordata di aziende capeggiata da Cisco. L'impresa è patrocinata dal Pontificio Consiglio della Cultura, la Regione Lombardia, dal Giubileo della Misericordia, dall'Ufficio Nazionale della Cei per la pastorale, il tempo libero, turismo e sport, dal Cortile dei Gentili, dalle Via Francigena European Association, dal Coni e con il sostegno del Comitato Roma 2024 e della Federazione Ciclistica Italiana. Media Partner dell'impresa è Corriere della Sera.

Si parte da Orio Litta (Fidenza) e si arriva a Roma, in Piazza San Pietro, domenica 9 ottobre attraversando Borghi e Comuni che saranno coinvolti nell'accoglienza dei "ciclisti-pellegrini". Molte infatti le iniziative che Orio Litta, Ricco di Fornovo, Pontremoli, Valpromaro, San Miniato Alto Moteriggioni, Radicofani, Montefiascone e Campagnano di Roma stanno preparando per accogliere i ciclisti. 9 tappe, (la più corta di 44 km, la più lunga di 107 km), 50 tra ciclisti e testimonial importanti come Giorgio Calcaterra, Roberto Cammarelle, Jury Chechi, Roberto Chiappa, Carlo Molfetta, Francesco Moser, Massimiliano Rosolino, Antonio Rossi, Alessandra Sensini, Guido Vianello (qualcuno di loro si unirà anche fisicamente all'impresa).

Un evento sportivo fisicamente impegnativo ma denso di significato sociale e spirituale, soprattutto nell'anno del Giubileo della Misericodia, su L'antica via (come veniva chiamata la Francigena) che da sempre ha unito popoli e culture. Ad essere coinvolti nella Bikes for children sono i manager Cisco, azienda leader mondiale nel settore IT.

I fondi raccolti con l'impresa andranno a sostegno dell'ultimo progetto di Sport Senza Frontiere, Forgood Sport è benessere. Destinato a minori in condizioni di disagio socio-economico, il progetto realizza interventi di inclusione sociale e tutela della salute attraverso la pratica sportiva e il monitoraggio sanitario.

Cioè offre ai minori beneficiari l'opportunità di frequentare dei corsi sportivi gratuiti, presso le associazioni aderenti alla "rete solidale" di Sport Senza Frontiere, integrati da uno screening e monitoraggio sanitario e un counseling rivolto alle famiglie.

Le città che accolgono il progetto sono Milano, Roma, Napoli e Buenos Aires e vedranno l'inserimento, entro il 2017, di 700 bambini. L'arrivo a Pontremoli è previsto per le ore 16,30. Alle 20,30 all'ex convento dei Cappuccini verrà trasmesso un video per presentare la loro attività e si esibirà una band che li accompagna nel viaggio. (r.s.)