Intossicati dalle esalazioni di candeggina

Una famiglia di Aulla ha dovuto ricorrere ai sanitari per gli effetti causati dall’acido per la pulizia

AULLA. Una pulizia dei pavimenti approfondita che ha finito per creare grossi disagi a una famiglia di Aulla. Una famiglia, fra cui anche due bambini, che ha dovuto ricorrere alle cure dei sanitari dopo aver inavvertitamente inalato la candeggina usata per le pulizie di casa.

Pur non riportando conseguenze gravi, i componenti del nucleo famigliare hanno passato un brutto quarto d’ora dopo che, alcuni di loro, hanno iniziato ad avvertire bruciori agli occhi, capogiri e senso di nausea.

Il tutto è accaduto la sera di venerdì scorso quando la famiglia era riunita in casa. A un certo punto, pare poco dopo le pulizie serali della cucina, i primi effetti delle inalazioni.

La padrona di casa, forse per togliere alcuni odori lasciati in cucina dai cibi poco prima consumati, ha utilizzato la candeggina per una pulizia profonda del pavimenti e dei piani di lavoro. Ma forse una dose eccessiva del detersivo o forse il fatto che, a causa delle temperature , le finestre dell’abitazione fossero quasi tutte chiuse, ci sono stati subito dei problemi legati alle inalazioni.

Ad avvertire per primi i disagi sono stati i genitori dei due bambini che, hanno cominciato ad avere difficoltà respiratorie e un forte senso di nausea. Nel frattempo anche i bambini avevano cominciato ad accusare bruciore agli occhi e un senso di nausea che, in un primo tempo, ha fatto spaventare i genitori:

Appena si sono resi conto di quanto stava accadendo, hanno prontamente aperto porte e finestre per arieggiare i locali. È bastato questo a disperdere le esalazioni della candeggina, l’aria fresca ha fatto quasi del tutto sparire i sintomi dell’intossicazione e di sicuro li ha attenuati.

Da lì a poco, i primi benefici, al punto che è stato deciso di non far intervenire il 118.

©RIPRODUZIONE RISERVATA