Carrara: altri due incidenti sulle cave di marmo

Una veduta delle cave di marmo

Estate nera nei bacini apuani: nella stessa mattinata un lavoratore si è ferito alla mano a Canalgrande; un altro alla fronte a Torano

CARRARA. Estate nera per le cave di marmo di Carrara. Quattro infortuni (per fortuna non gravi) nelle ultime tre settimane. Due, in bacini diversi, solo nella mattinata di lunedì scorso: si è trattato di episodi per fortuna di non grave entità ma quello che colpisce è la frequenza degli incidenti soprattutto nelle ultime settimane.
Ieri mattina i cavatori feriti sono stati due, a poche ore di distanza.
Il primo infortunio è avvenuto alle 8 e 30 nella cava della cooperativa Canalgrande: la dinamica è ancora in corso di accertamento, ma da quello che emerge dalle prime ricostruzioni dell’accaduto per una manovra compiuta durante il lavoro il cavatore che ha fatto ricorso alle cure del Pronto soccorso, si è schiacciato una mano e ha rimediato lesioni alla mano sinistra e in particolare ad alcune dita. Il lavoratore è stato quindi medicato in ospedale e a fine mattinata ha potuto fare ritorno a casa.

Dopo circa un paio d’ore un altro infortunio, Questa volta nel bacino di Torano. A fare ricorso alla medicheria che fa da punto di appoggio per i primi interventi in caso di incidenti, un cavatore che aveva rimediato un ferita alla fronte. L’infermiere presente nella medicheria ha chiamato il medico dalla postazione del Soccorso cave di Fantiscritti: è partito subito l’intervento con alcuni punti di sutura alla fronte del lavoratore ferito.
Due incidenti a distanza di poche ore. Due lavoratori feriti nei bacini marmiferi apuani. Numeri che vanno ad aggiungersi a quella che può definirsi un’estate nera per le cave perchè proprio nelle scorse settimane ci sono stati altri due incidenti. Uno, il 25 luglio scorso, nel bacino di Fantiscritti, ha avuto conseguenze abbastanza gravi visto che il sorvegliante 54enne di cava vittima dell’infortunio. Dopo un volo da tre metri, da una bancata di marmo, nella cava Verdichiara numero 88, nel bacino di Fantiscritti: di 54 anni che in quella cava lavora da tempo come sorvegliante.
L’uomo è stato trasportato (in codice 2) con l’elisoccorso all’ospedale di Pisa dove è stato ricoverato per politrauma. In condizioni gravi ma non in pericolo di vita.
Un altro incidente è avvenuto la scorsa settimana. Vittima sempre un sorvegliante di cava, cotitolare di una ditta di escavazione nel bacino di Colonnata.
In quel caso il pronto intervento del Soccorso cave di Colonnata è stato provvidenziale: il lavoratore si era ferito a una gamba, è stato immobilizzato e trasportato poi nel gior di davvero brevissimo tempo all’ospedale di Massa dove è stato ricoverato nel reparto di Ortopedia.
Ieri mattina nelle montagne apuane altri due incidenti, dalle conseguenze non gravi per i lavoratori vittima degli infortuni.