I rapinatori avevano barba e baffi finti

Dalle riprese delle telecamere di videosorveglianza elementi utili per l’indagine sul colpo in banca

MARINA DI MASSA. I filmati registrati dalle telecamere di videosorveglianza della filiale di piazza Betti della Cassa di risparmio di Lucca Pisa Livorno mostrano chiaramente che i due rapinatori che hanno messo a segno un colpo da oltre ventimila euro, armati di coltello, avevano parrucca, barba e baffi finti per rendersi il meno riconoscibili possibile. Qualche errore lo hanno fatto però, lasciando più di una traccia in banca. Tracce che la squadra mobile sta analizzando per scoprire l’identità della coppia.

I due sono entrati in azione una manciata di minuti prima che la banca chiudesse per la pausa pranzo. Erano le 13.20 di venerdì e nella filiale c’erano gli impiegati e un paio di clienti. Stavano sbrigando alcune operazioni di cassa quando sono entrati due uomini con il volto travisato. In mano entrambi avevano un coltello. La coppia ha intimato ai presenti di stare fermi e di collaborare. Uno dei malviventi con un balzo è arrivato davanti al bancone e ha preteso che gli venissero consegnate le banconote che si trovavano nei cassetti. I soldi sono finiti in una sacca, poi un gesto al complice eppoi la fuga. Prima a piedi (così come i due erano venuti) e dopo su un’automobile o uno scooter (più facile la prima ipotesi). Un mezzo che comunque era stato lasciato poco distante dalla banca. I testimoni hanno detto che si trattava di italiani sulla quarantina di statura media e corporatura leggermente robusta. Qualcuno ha sentito una leggera inflessione dialettale (del sud Italia) nella parlata, altri invece non hanno saputo specificare. C’è chi ha visto il coltello e chi il cutter. Comunque erano armati. Le riprese delle telecamere di videosorveglianza stanno dando quei dettagli in più per cercare di risalire a un identikit attendibile che possa permettere di indirizzare le indagini sulla giusta strada. Così come se possono servire le riprese degli obiettivi piazzati lungo Marina di Massa, giusto per individuare i movimenti della coppia quando fuggiva. In particolare in quale direzione. I due malviventi hanno colpito al momento giusto, negli istanti in cui i cassieri si stavano preparando a mettere al sicuro le banconote che avevano trattato durante la mattinata. Non è escluso, per questo motivo, che si siano studiati a tavolino la rapina con degli appostamenti davanti alla banca. E che ci sia un basista.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi