Incarico in Comune alla ideatrice delle "vasche" in via Roma, è polemica

Palazzo comunale a Carrara

Dal dibattito su Facebook alla replica dell'amministrazione:  non si tratta di una assunzione ma di un comando temporaneo

CARRARA. Incarico in Comune alla ideatrice delle vasche Federica Paradisi: la polemica non è solo su Facebook.

A intervenire, con una nota è lìufficio stampa del Comune di Carrara.

"L’Amministrazione comunale tiene a comunicare quanto segue: innanzi tutto si precisa che non si tratta di una assunzione ma di un comando temporaneo: un istituto che ricorre quando un pubblico impiegato, titolare di un posto di ruolo presso una Pubblica Amministrazione, viene temporaneamente comandato a prestare servizio presso altra Amministrazione per una specifica esigenza di quest’ultima".

"L’impiegato - continua la nota - mantiene il suo rapporto di lavoro dipendente con l’Amministrazione di appartenenza mentre quella che ne utilizza le prestazioni è tenuta a rimborsare alla prima la retribuzione corrisposta secondo la categoria e la posizione economica di inquadramento nell’Ente di appartenenza. Questo è quanto accaduto nel caso della dipendente in questione, proveniente dalla Azienda Usl di Trento".

 "La Giunta comunale di Carrara, data l’esigenza del Settore Attività economiche/Servizi alle imprese/Progetti e finanziamenti comunitari/Sport di dotarsi, temporaneamente, di uno specifico profilo professionale con competenze tecnico giuridiche a supporto del settore stesso nei rapporti con altri enti e nella gestione delle procedure di acquisto, ha dato mandato al Dirigente del Settore ad attivare apposita procedura pubblica per acquisire manifestazioni di interesse al comando di personale in possesso dei requisiti sopra descritti. Si evidenzia che a livello ordinamentale non vi è l’obbligo di effettuare una procedura ad evidenza pubblica. Procedimento che è stato comunque scelto dall’Amministrazione proprio per ragioni di maggiore trasparenza delle decisioni da andare ad assumere- prosegue la nota -  È stato pubblicato all’albo pretorio uno specifico avviso per la presentazione delle domande entro 15 giorni dalla pubblicazione stessa. La selezione sarebbe avvenuta sulla base della valutazione del curriculum e di eventuale colloquio. Essendo pervenuta una sola domanda, la stessa è stata sottoposta alla valutazione curriculare da parte di una commissione composta da Segretario Generale, Dirigente del Settore Affari generali e personale e Dirigente del Settore interessato".

"Verificata la corrispondenza tra le competenze curriculari della dottoressa Paradisi e i requisiti richiesti dall’Amministrazione, si è dato corso al comando della suddetta presso il nostro comune per 12 mesi.Questi sono i fatti e ogni altra interpretazione sul procedimento è destituita di qualsiasi fondamento".