Rimosso amianto dalla zona industriale di Massa Carrara

La rimozione dell'amianto

La Pro Loco Castagnina ha ingaggiato una ditta specializzata per rimuovere lastre parcheggiate in un'area dell'ex Dalmine

MASSA .Sette mesi dopo la denuncia di Cna le lastre di amianto e cemento “parcheggiate” in un’area dell’ex Dalmine sono state finalmente rimosse.

A raccogliere l’appello è stata la generosa ed intraprendente associazione “Pro Loco Catagnina” di Michele Russo, attiva nella riqualificazione, pulizia e decoro della zona industriale apuana, che grazie ai suoi buoni uffici è riuscita a coinvolgere nell’operazione due importanti operatori del settore, la Chean, azienda locale specializzazione nello smaltimento dell’amianto e la Programma Ambiente Apuane, la discarica di Montignoso che si è fatto carico, gratuitamente, dello stoccaggio del materiale.

L’intervento, effettuato nella mattina di giovedì 27 novembre, ha reso necessaria la recinzione dell’area che si trova nel cuore della zona industriale apuana. Rimosso, in poche ore, uno dei più pericolosi nemici per la salute pubblica. L’azione di “riqualificazione” ha lasciato anche un segno oltre alla pulizia e a marciapiedi sgombri da cartacce, erbe infestanti ed ogni sorta di oggetto: un cartello per scoraggiare chi è intenzionato a “inquinare”.

Nei cartelli, visibili in molti punti della Zona Industriale Apuana, c’è scritto: “Non abbandonare i tuoi rifiuti. Fai come noi. Portali in riciclerai”. Capito?