Arrivati i primi due cassoni per la Concordia a Marina di Carrara

Saranno rifiniti ai Nuovi Cantieri Apuania

CARRARA. Sono arrivati nel porto di Marina di Carrara nel pomeriggio di lunedì 7 aprile, provenienti da Livorno, i primi cassoni galleggianti che serviranno per sostenere lo scafo della “Costa Concordia” (FOTO). In attesa di essere spediti al Giglio, saranno sottoposti a operazioni di controllo e rifinitura nei Nuovi Cantieri Apuania di Marina di Carrara, l’azienda che ha il proprio bacino di carenaggio proprio all’interno dello scalo carrarese. I cassoni sono arrivati su una chiatta che ha percorso con grande cautela il tragitto da Livorno a Carrara; ad accoglierla, il corpo piloti del porto di Marina di Carrara, oltre agli ormeggiatori. E’ stata sistemata nella banchina dei Nuovi Cantieri Apuania. Erano circa le 16 quando è entrata in porto la chiatta con i primi due cassoni.

Sono 17, sui 15 complessivi per fiancata previsti dal progetto, i cassoni d'acciaio realizzati da Fincantieri che da settembre scorso sono stoccati nei piazzali del porto di Livorno dove sono state apportate le modifiche necessarie all'ancoraggio allo scafo della nave: 13 di questi sono destinati alla murata destra del relitto della Concordia, quella collassata dopo il prolungato contatto con la scogliera, che insieme ai restanti 4, destinati invece alla fiancata di sinistra in aggiunta a quelli gia' posizionati, consentiranno poi il galleggiamento della nave.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi