Soccorsi sul Pizzo d’Uccello

Due alpinisti sorpresi dal nubifragio: uno cade e si ferisce. Salvi grazie al Sast

CASOLA. Ore di terrore sul Pizzo d’Uccello. Due alpinisti di Genova sono rimasti per ore sulla parete nord (nel versante di Casola), in balia del maltempo. Uno di loro, dopo un volo di circa venti metri, era anche ferito ad una mano e alla spalla e in un primo momento le sue condizioni sembravano preoccupanti: tutto ciò ha reso ancora più concitate le operazioni di recupero che sono andate avanti dalla mattinata di ieri fino al tardo pomeriggio.

La pioggia battente e la nebbia hanno impedito all’elicottero del 118 di recuperarli e così i due hanno passato davvero momenti difficili prima che due squadre del Soccorso alpino, delle stazioni di Carrara e di Lucca, dopo un lungo lavoro, riuscissero a recuperarli e a farli scendere dal versante di Castelnuovo Garfagnana dove c’erano ad attenderli le ambulanze.

Il ferito non era in condizioni gravi, come si era temuto all’inizio del lungo pomeriggio di tensione, ed è stato comunque portato in ospedale per accertamenti.

Si è conclusa quindi con tanta paura, la brutta avventura dei due alpinisti che, domenica, avevano “attaccato” il versante nord del Pizzo d’Uccello con l’obiettivo di arrivare in vetta.

I due avevano deciso di passare la notte in parete ma, la mattina, sono stati sorpresi dal maltempo: un vero e proprio nubifragio, e un calo sensibile delle temperature che li ha trovati impreparati.

Uno dei due amici, inoltre, poprio a causa del terreno reso viscido dalla pioggia è caduto e, dopo un volo di circa venti metri, ha riportato ferite a una mano e ad una spalla. Questo ha reso più difficili le ore passate in parete, in balia di un nubifragio che non ha permesso all’elisoccorso di recuperare i due alpinisti.

Sono quindi intervenute le squadre delle stazioni di Carrara e di Lucca del Soccorso alpino toscano Sast, che, calandosi in parete per circa 250 metri, dopo aver assicurato prima il ferito lo hanno recuperato e issato in vetta i e dopo hanno soccorso l’amico. I due alpinisti sono stati fatti quindi scendere dal versante Lucchese di Orto di Donna.

(a.viv.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

La guida allo shopping del Gruppo Gedi