Scaglia di marmo si stacca dalla montagna e uccide un cavatore

Lucio Cappè, stava lavorando alla cava 103, in località Calocara. Salvo un altro operaio che è fuggito appena ha visto sgretolarsi la banchina

Un cavatore della ditta Fb Cave, Lucio Cappè, è morto rimanendo schiacciato sotto una scaglia di marmo, pesante alcune tonnellate, staccatasi da una bancata della montagna. Un altro operaio che si trovava vicino è riuscito miracolosamente a salvarsi per un pelo riuscendo a fuggire quando si è accorto che la bancata si stava sgretolando. La vittima aveva 47 anni. L'incidente è accaduto verso le 9.30 nella cava 103, in località Calocara. Sul posto hanno effettuato i rilievi i tecnici dell'Asl 1 di Massa Carrara.