Corruzione a Massa Carrara: 8 arresti, c'è anche il sindaco di Villafranca: tutti i nomi - Video

Le perquisizioni dei carabinieri del reparto operativo in provincia sono partite all'alba. Ai domiciliari anche il drettore della Società della salute della Lunigiana

Operazione anticorruzione a Massa-Carrara: le immagini diffuse dai carabinieri

MASSA-CARRARA. I carabinieri del comando provinciale di Massa Carrara hanno effettuato una vasta operazione nelle province di Massa Carrara e Lucca con esecuzione di misure cautelari e decine di perquisizioni. Si tratta di un’indagine anticorruzione, coordinata dalla Procura della Repubblica di Massa, in cui sono coinvolti funzionari pubblici, di enti locali e gestori di una cooperativa.

Sono otto le persone arrestate: tra loro anche il sindaco di Villafranca in Lunigiana Filippo Bellesi, destinatario come gli altri di una misura di custodia cautelare agli arresti domiciliari disposta dal gip di Massa Marta Baldasseroni. Corruzione e traffico di influenze illecite i reati contestati a vario titolo.

Ai domiciliari sono finiti, come si spiega dai carabinieri, anche la responsabile del Centro affidi dei servizi sociali per il Comune di Massa Paola Giusti; Rosanna Vallelonga, responsabile della commissione multidisciplinare Asl distretto della Lunigiana nonché direttore della Società della salute della Lunigiana; Mauro Marcelli, all'epoca dei fatti contestati dipendente pubblico responsabile dell'ufficio Suap unificato per i Comuni della Lunigiana; Rosa Russo, all'epoca dei fatti giudice onorario presso il tribunale per i minori di Firenze; Marino Petracci, consigliere comunale di Montignoso; Alessio Zoppi, Enrico Benassi e Tamara Pucciarelli, indicati come gestori della cooperativa Serinper, società che gestisce strutture protette per l'accoglienza di minori e nuclei familiari disagiati