Coronavirus, altri 58 casi a Massa-Carrara. Sono 7 i morti, superata quota 300

Sono 41 i casi nelle Apuane e 17 in Lunigiana. Tra le vittime un uomo di 49 anni

MASSA-CARRARA. Altri 7 morti per il Coronavirus in provincia di Massa-Carrara. Altri 7 nel bollettino odierno dell'Usl, divulgato oggi 30 novembre, e così dall'inizio della pandemia il numero totale delle vittime supera quota 300: sono 303. 120 soltanto nella seconda ondata.

Sono 58 i casi registrati nella giornata odierna. Nella zona di costa così divisi: Carrara 22, Massa 17, Montignoso 2. Altri 17 in Lunigiana, tra i vari Comuni: Aulla 4, Bagnone 1, Comano 2, Filattiera 1, Fivizzano 2, Licciana Nardi 1, Podenzana 1, Pontremoli 2, Tresana 1, Zeri 2;

Negli ultimi giorni si sono registrati 15 decessi di persone residenti nel territorio aziendale: uomo di 81 anni, uomo di 49 anni, uomo di 87 anni, uomo di 88 anni, uomo di 92 anni, donna di 84 anni e uomo di 79  anni dell’ambito territoriale di Massa Carrara

Per quanto riguarda i ricoveri per “Covid-19”, negli ospedali dell’Azienda USL Toscana nord ovest sono in totale 502 (ieri erano 500), di cui 70 (ieri erano 71) in Terapia intensiva.

All’ospedale di Livorno 104 i ricoverati, di cui 14 in Terapia intensiva.

All’ospedale di Lucca 90 i ricoverati, di cui 18 in Terapia intensiva.

All’ospedale Apuane 100 ricoverati, di cui 21 in Terapia intensiva.

All’ospedale Versilia 113 ricoverati, di cui 9 in Terapia intensiva.

All’ospedale di Pontedera 46 ricoverati, di cui 4 in Terapia intensiva.

All’ospedale di Cecina 26 i ricoverati, di cui 4 in Terapia intensiva.

All’ospedale di Pontremoli 21 i ricoverati.

All’ospedale di Barga 2 i ricoverati.