Sorpresa, la ex Montecatini si popola: arrivano negozi e nuovi inquilini

Nella foto grande uno scorcio della ex Montecatini, a destra in alto Giorgio Luciani e in basso il suo negozio “Sanitaria Carrara” che da 4 anni ha traslocato qui da via Verdi

Carrara, molti degli appartamenti sfitti oggi sono abitati. A breve apriranno un frutta e verdura e una agenzia immobiliare

CARRARA. L’area della ex Montecatini potrebbe essere ad un punto di svolta e quella che molti appellano come la “cattedrale nel deserto” potrebbe davvero cambiare faccia e, soprattutto, popolarsi di residenti e di negozi. I primi segnali vanno in questa direzione.

La svolta

Per anni tutto è sembrato si fosse bloccato nella maxi zona a pochi passi dal centro cittadino, Adesso gli appartamenti vuoti ormai non sono più la maggioranza, a breve dovrebbero aprire un negozio di frutta e verdura, un’agenzia immobiliare, che andrebbero ad affiancare le due attività già esistenti: il punto vendita di materiale sanitario e la pizzeria. Da mesi proprietà e amministrazione stanno lavorando per giungere ad un accordo che sia positivo per tutti.

Tra i punti principali all’ordine del giorno la questione dei parcheggi, ma anche l’idea dell’amministrazione di attrezzare piazza Brucellaria con delle installazioni ludiche così da creare un’area verde con giochi e portare gente in questa zona della città. Insomma, la trattativa è in corso ma per adesso l’amministrazione ha scelto di non riferire a che punto siamo.

Ma che qualcosa stia cambiando e sia cambiata ce lo conferma chi vive sul campo, come per esempio Giorgio Luciani, il titolare dell’ortopedia “Sanitaria Carrara”.

«Questo è il quarto anno che mi sono trasferito dalla sede storica di via Verdi. Mi ero spostato perché le aspettative c’erano tutte. Potevo andare via Carrara e aprire a Sarzana, ma ho deciso di restare. Dopo una discreta sofferenza durata per tre anni e mezzo le cose sono cambiate. Adesso c’è gente, ci abitano delle famiglie e si comincia a salutare qualcuno. Tra poco dovrebbero aprire un frutta e verdura e un’agenzia immobiliare. La speranza che finalmente il complesso decolli c’è. Cosa prima impensabile - continua il titolare della Sanitaria - C’erano dei pomeriggi autunnali che stavo chiuso dentro per paura. Ho anche subito due furti. Adesso non è più una zona degradata. Resta da vedere la questione autobus certo, ma secondo il mio modesto parare non siamo a Barcellona dove puoi fare gli Ab. In quella zona sarebbe meglio farci un parcheggio. Il problema di tutta la vicenda – conclude – è che servono decisioni e programmazione» .

Insomma, il giro di boa dovrebbe essere vicino e forse si potrà scrivere la parola fine su quello che doveva diventare il centro residenziale della città per eccellenza, con appartamenti, negozi, il capolinea degli autobus e soprattutto 250 parcheggi a pagamento più i 125 ad uso dei residenti. Una spinta decisiva al rilancio di questo grande complesso è stato l’incontro dell’open house che si è svolto lo scorso settembre, proprio allo scopo di promuovere la vendita degli ultimi appartamenti della ex Montecatini proposti dalla proprietà a prezzi di mercato concorrenziali.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi