Asta privata per vendere il complesso Undulna

La cifra è di 13 milioni di euro. L’immobile, immerso nel verde, è il simbolo del turismo di lusso sul litorale apuano

MONTIGNOSO. Va all'asta, il prossimo 22 settembre, il complesso immobiliare dell'Undulna, stabilimento termale sul mare. Uniche sono le sue terme della Versilia, si tratta di uno dei più grandi e belli hotel della costa apuana, luogo magico di benessere e simbolo storico per il turismo di Cinquale. L'asta privata è una doccia fredda per tutti i cittadini di Montignoso e per il comparto alberghiero della zona. Tutto l'immobile, immerso in un enorme parco, va all'asta per 13 milioni di euro e soltanto in una seconda fase verranno accettate offerte inferiori a questa cifra, ma superiori comunque a 9,5 milioni.

Non è un'asta fallimentare, la società, Undulna srl, ha ancora le spalle forti, nonostante il periodo di lockdown e nonostante alcune “perdite” importanti, come gli introiti che arrivavano dalla venuta a Montignoso della famiglia reale araba della principessa Adila: vacanze che mancano ormai da qualche anno, per problemi politici negli Emirati.

La Srl è formata dalla storica famiglia Natali, che “trovò” l'acqua termale nel 1995 e da imprenditori di fuori. E proprio le dinamiche tra i soci sarebbero alla base della scelta di andare all’asta. Il gioiellino dell'Undulna non è semplice da amministrare: luogo simbolo delle vacanze di lusso di russi, arabi e imprenditori del nord; un Hotel 4 stelle con 44 camere, di cui 20 suite e 4 suite delux; un residence, composto da vari monolocali e trilocali, e una depandance con sei posti letto; un ristorante, di piatti tipici regionali e cucina dietetica e infine le Terme della Versilia, una spa autentica, tutta naturale, che dà veri benefici a chi vuole curare o prevenire molti disturbi di carattere infiammatorio e dermatologico, con l'acqua salsobromoiodica e la torba. L'asta privata si svolgerà il 22 settembre alle 11, nello studio del notaio Andrea Ferrari.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi