Case popolari a Massa-Carrara, lavori per 6 milioni di euro

Case popolari a Castagnara, a Massa

Tanti interventi programmati per le palazzine a Massa, Carrara e in Lunigiana. Altre opere con i bonus del Governo

Massa-Carrara. Il Lode (Livello ottimale di esercizio dell’edilizia pubblica), formato dai 17 Comuni della provincia di Massa-Carrara e da Erp, ha finanziato con il contributo del ministero alle Infrastrutture e Trasporti e di Regione Toscana interventi per il recupero di 95 alloggi popolari in provincia, stanziando 118mila euro per l’eliminazione delle barriere architettoniche in venti case popolari tra Massa, Carrara e Lunigiana (dal rifacimento dei bagni all’installazioni di piattaforme elevatrici), e programmato diversi interventi di manutenzione straordinaria (alcuni riguardano la rimozione di lastre di cemento/amianto). Sono decine gli alloggi popolari nei quali sono in programma interventi in questo periodo. Il Lode inoltre nel mese di agosto definirà l’utilizzo di ulteriori 700mila euro di un programma triennale della Regione Toscana che mette a disposizione un finanziamento complessivo di 2 milioni di euro per la nostra provincia.

Andiamo per ordine. Novantacinque alloggi (26 a Massa, 35 a Carrara, 7 a Montignoso e 27 in Lunigiana) vengono ristrutturati con finanziamenti vari per un importo di 2 milioni e 414 mila euro. Alcuni interventi di recupero sono in corso, altri sono in programma nelle prossime settimane. Una serie di lavori di manutenzione straordinaria, dall’importo di circa 2 milioni di euro, sono in corso in 22 condomini della provincia apuana, e riguardano il rifacimento di tetti, coperture e facciate, poi cappotto termico, sistemazione di terrazzi, realizzazione di montascale e di sistemazione di contatori.

Altri 65mila euro sono stati stanziati per il rifacimento delle fognature che interessano edifici in via Reggio Emilia a Carrara. Sono stati inoltre programmati con delibera del Lode del 23 aprile scorso interventi per 385mila euro per il rifacimento di tetti e facciate di Carrara e di Pontremoli, in edifici di via Mazzini, e 491mila euro per la rimozione di amianto e per nuove coperture in condomini di Massa, esattamente in via Matteoni e in via Valgimigli (dove sarà realizzato anche un cappotto termico), e ad Aulla in via Turati. È stata prevista anche l’installazione di un sistema di videosorveglianza in un edificio a Carrara per garantire maggior sicurezza agli abitanti delle palazzine. Infine: Erp ha finanziato interventi per più di 180mila euro in 14 condomini di Massa, Carrara e Lunigiana a maggioranza di proprietà privata.

«Oltre a quanto già in corso e programmato, stiamo studiando insieme al Lode - dice Luca Panfietti, presidente di Erp - tutte le opportunità che deriveranno dal decreto rilancio con Ecobonus e Sismabonus. Siamo impegnati, grazie ai decreti rilancio e semplificazioni, a cogliere tutte le opportunità possibili per migliorare il patrimonio di edilizia residenziale pubblica del nostro territorio». «Gli stanziamenti della Regione Toscana - afferma Francesco Persiani, sindaco di Massa - sono importanti ma purtroppo insufficienti. Sono infatti ancora troppo poche le risorse disponibili per la ristrutturazione degli alloggi popolari che restano vuoti. Chiediamo alla Regione Toscana di fare uno sforzo maggiore per soddisfare le crescenti esigenze della popolazione apuana». —

La guida allo shopping del Gruppo Gedi