Pagliuca ancora imbattuto con la formazione rossoblù

LUCCA. Destini incrociati per i due mister. Guido Pagliuca, in tribuna squalificato a Imola quando i rossoneri s’imposero per 1-0, è un ex avendo guidato l’Imolese in D nel 2015-16 subentrando alla settima giornata a Franco Farneti e conquistando il sesto posto al termine della stagione. Da tecnico avversario sulla sua strada ha incrociato tre volte i rossoblù. E non è mai stato sconfitto. Nella stagione 2013-14, quando Pagliuca riportò nei professionisti la Lucchese, un successo esterno e un pari interno e quest’anno al primo turno la vittoria esterna con gol di Semprini. Da allenatore Gaetano Fontana ha perso contro la Lucchese, ma da calciatore il centrocampista ha incontrato quattro volte i rossoneri e non ha mai perduto. Due volte in B con la maglia del Padova (1992, 1-1 all’Appiani; 1993, 2-1 in Veneto per i biancoscudati) e due volte in C1, nella stagione 2005-06, indossando la casacca del Napoli con altrettante vittorie contro i rossoneri: 1-0 al Porta Elisa alla terza d’andata e identico risultato al San Paolo.

L’Imolese – che pare in caduta libera con un punto nelle ultime cinque partite e il quart’ultimo posto in classifica – non va sottovalutata perché al Porta Elisa, pur non vincendo mai, nelle quattro sfide di campionato disputate nella storia dei due club ha collezionato tre pari e una sola sconfitta. Un roboante 4-0 il 5 dicembre 1971. Era la stagione 1971-72, in serie C, e i rossoneri andarono in gol con Spadaro, il compianto Stevan e due volte con Mannino. A fine stagione l’Imola retrocesse. La prima sfida assoluta a Lucca, sempre nella C a tre gironi, è datata 12 aprile 1970 quando rossoneri e rossoblù conclusero in parità (1-1, rete di Volpato per i rossoneri) mentre nella stagione 1970-71 al Porta Elisa la gara terminò a reti bianche. L’ultimo confronto, che vede ancora Pagliuca in panchina, avvenne in D il 19 gennaio 2014 quando l’Imolese conquistò un pari (2-2), dopo aver condotto il match. Segnarono De Luca per i locali, poi gli ospiti ribaltarono la gara con gol di Belluzzi e Antoniacci e Tarantino siglò il definitivo pari al quarto minuto del recupero.