«Persi molti punti ma il gioco c’è Puniti solo da disattenzioni»

Prima della trasferta a Pontedera il bomber rossonero incoraggia l’ambiente «Abbiamo raccolto molto meno di quanto abbiamo fatto vedere in campo»  

Nicola Nucci

LUCCA. «Giocando così non può andare sempre storto»: l’attaccante Mauro Semprini prova a risollevare il morale della Lucchese, in crisi dopo la sconfitta interna con la Vis Pesaro (la quinta in otto giornate) che ha fatto precipitare i rossoneri in zona playout, scatenando il malcontento dei tifosi.


Sabato ci sarà la trasferta delicata a Pontedera, uno snodo della stagione: «Dobbiamo invertire la rotta – dice Semprini – abbiamo perso tanti punti per strada ma non sempre per demerito nostro, se andiamo ad analizzare con lucidità le gare siamo stati puniti da situazioni su palla inattiva o disattenzioni, non siamo mai stati messi sotto e abbiamo quasi sempre fatto la partita. Per questo siamo convinti delle nostre potenzialità e ripartiamo dagli aspetti positivi correggendo gli errori commessi nelle ultime gare dove abbiamo raccolto decisamente meno di quanto visto in campo. A Modena abbiamo fatto un partitone e siamo stati puniti negli ultimi cinque minuti, con la Vis Pesaro in campo c’è stata solo la Lucchese, gli avversari non hanno mai tirato in porta, a parte i due gol, entrambi da calcio fermo. Sul piano del gioco abbiamo sempre fatto bene, ci è mancata un po’ di concretezza e attenzione per avere una classifica diversa. Ma c’è la consapevolezza che non può andare sempre storto e giocando così torneremo a vincere».

Al Mannucci sarà l’ex di turno, per lui 26 presenze e tre gol nella stagione 2019-2020 e poi, dopo l’intermezzo al Sud Tirol, ancora con i granata, altri tre gol e la conquista dei playoff: «Due annate straordinarie, siamo riusciti a stare dietro al super Monza di Berlusconi e toglierci delle soddisfazioni». Un campo insidioso per tutti il sintetico di Pontedera: «Lo conosco bene, lì anche club costruiti per vincere hanno fatto fatica e troveremo un Pontedera arrabbiato, ma possiamo fare bene e tornare a vincere se giochiamo con la stessa intensità e qualità e maggiore attenzione a quelle situazioni che ci hanno fatto perdere partite che avremmo invece meritato di vincere». Semprini ha già fatto meglio a Lucca, con quattro gol (uno in Coppa Italia) e due assist: «Se mi avessero detto che dopo poche partite sarei partito così avrei firmato subito, sono contento del mio rendimento, in alcune gare potevo fare di più ma posso crescere ancora come tutta la squadra e spero di fare gol decisivi. Sento la fiducia dell’allenatore e mi aiutano anche la posizione nell’assetto offensivo e un ambiente dove mi sento a casa».

A fine partita con la Vis Pesaro la squadra è rimasta a lungo a colloquio con i tifosi della curva delusi dal passo falso. Ma il campionato è all’inizio. «Serve pazienza e fiducia, capisco l’amarezza dei sostenitori – dice Semprini – ma saranno in tanti e calorosi anche a Pontedera per darci una mano e dobbiamo ripagarli».

© RIPRODUZIONE RISERVATA