La giovanissima Chiara Bechelli del Roller club in gara a Riccione per i campionati nazionali

Nonostante l’età (è nata il 5 febbraio 2006), la giovane di Saltocchio è già una campionessa con un curriculum di tutto rispetto.

LUCCA. Sono iniziati i campionati italiani di pattinaggio a Riccione: in gara c’è anche la lucchese Chiara Bechelli della "Lucca roller club". Nonostante l’età (è nata il 5 febbraio 2006), la giovane di Saltocchio è già una campionessa con un curriculum di tutto rispetto.Ha iniziato a pattinare fin da piccolissima grazie alla mamma Michela che la portava all’ostello in via Salicchi. Aveva 5-6 anni. Per tutta la settimana aspettava impaziente che arrivasse il sabato per andare a pattinare e tutti i giorni chiedeva ai genitori: «Quando è sabato? ».

Il desiderio in lei è più forte di ogni altra cosa. La passione è talmente grande che entra fin da subito a far parte dell’associazione "Lucca roller club" con la quale inizia a girare tutta la Toscana per partecipare alle gare preagonistiche. Se il buongiorno si vede dal mattino, con lei fin da subito si poteva prevedere che un giorno sarebbe diventata una campionessa. Non occorreva avere la sfera di cristallo, bastava guardare i risultati: già in queste prime gare arrivava sempre prima. Poi dal 2015 inizia a partecipare alle gare a livello agonistico. E via di piazzamenti e medaglie, sia ai campionati italiani che a quelli regionali. Una lunga serie di successi e nel 2020 viene premiata dal Coni come "Atleta Toscana 2020". È una delle poche atlete, se non l’unica, ad aver vinto quattro medaglie d’oro al campionato regionale. Lo ha fatto nel 2021 vincendo nello "speed slalom", nello "style", nel "roller cross" e nel "battle".

Oggi si allena dal lunedì al venerdì con l’allenatrice Ilaria Zanovini, dalle ore 19 alle 21. La mattina, invece, fa la studentessa al liceo scientifico dove, neanche a dirlo, è tra le prime della classe. Nelle vene di Chiara Bechelli corre sangue da campione: il nonno Ruggero Teodori è stato infatti campione di sci per la categoria dipendenti Enel. È stato amico personale di tanti atleti, tra cui il campione olimpico Zeno Colò. Poi ha passato una vita dedicata al ciclismo dove, in sella alla propria moto, portava i giudici in gare come la Milano-Sanremo, il Giro d’Italia e tante altre. Un lavoro che gli ha permesso di partecipare proprio nello stesso ruolo nel recente film per la tv dedicato a Fausto Coppi. Adesso Chiara gareggia ai campionati italiani con un sogno nel cassetto: entrare a far parte della Nazionale italiana di pattinaggio. Nelle ultime gare a vederla c’era l’allenatore della nazionale Andrea Ronco: chissà se presto sarà lui ad allenarla.