Ghiviborgo, domenica match point salvezza

Serie D, ieri si è giocato l’ultimo recupero derby Correggese-Forlì senza vincitori 

ALTOPASCIO. Sarà il Fratres Perignano l’avversario del Tau Calcio nella semifinale playoff del girone A di eccellenza. La gara è in programma alle ore 15 di domenica prossima e vede gli amaranto di Altopascio giocare in trasferta e costretti almeno a vincere dopo i novanta minuti, oppure a pareggiare alla fine dei tempi regolamentari per poi vincere dopo quelli supplementari.

Quali le virtù dei pisani e quali i punti deboli su cui il Tau Calcio può fare leva? La prima cosa che colpisce del Fratres Perignano è la capacità di rendersi pericolosa con i tiri da fuori area. Punti di forza in tal senso sono il regista Michele Gamba e il mediano con spiccate attitudini offensive Luca Remedi. Entrambi conosciuti in lucchesia per i trascorsi al Vorno (Gamba è stato per anni pilastro della Fortis Lucchese), entrambi hanno piedi buoni che possono rappresentare un’arma in più qualora gli avversari si dovessero chiudere in difesa e non lasciare spazi agli attaccanti.


Bomber a cui Fedi e Mancini dovranno prestare attenzione è Lorenzo Sciapi, trentenne tra i più quotati centravanti di categoria. Le reti segnate da Sciapi negli ultimi anni sono invidiabili: 12 in D con il Viareggio (2015 – 2016), poi 17, 24, 17 e 23 con il Fucecchio in Eccellenza. Score ancora più invidiabile se si considera le modalità con cui arrivano i gol: Sciapi segna indifferentemente di testa, di destro o di sinistro.

Nel Tau mancherà Nieri in attacco, dove dovrebbe essere confermato Rossi unica punta al fianco di Benedetti, con Ceceri pronto a subentrare. —

Michele Citarella

© RIPRODUZIONE RISERVATA