GhiviBorgo allergico agli scontri con le ultime della classe

La squadra di Simone Venturi vince con le grandi come Prato e Correggese e perde le sfide con Sasso Marconi e Marignanese Rinviata la sfida con la Bagnolese

Michele Citarella

GHIVIZZANO. Forte con i forti, deboli con i deboli. Tradotto in termini strettamente calcistici, il GhiviBorgo nella gestione di Simone Venturi è stato capace di raccogliere punti con le big del girone mentre ha perduto punti per strada con formazioni alla portata perdendo gli scontri diretti. La classifica è migliorata e le chance salvezza sono aumentate, ma resta il rimpianto di non aver reso in modo identico nelle partite in cui la posta in palio valeva doppio. C’erano sfide, come quella contro la Marignanese e il Sasso Marconi, in cui sono arrivate sconfitte di misura che, al di là dei punti non guadagnati, hanno permesso ai rivali di tornare in corsa per la salvezza. La Marignanese, ad esempio, è giunta al Delle Terme di Bagni di Lucca nei giorni imminenti alla Pasqua vivendo una vera e propria Resurrezione delle proprie ambizioni salvezza. Quali le cause? Come mai non è stato raccolto nemmeno un punto contro le concorrenti dirette mentre si è ottenuto pieno punteggio contro Prato, Rimini, Correggese, Pro Livorno e Real Forte Querceta, squadre d’alta classifica?


Secondo il tecnico Venturi, alla base degli insuccessi, non ci sono cause tattiche o psicologiche: «Semplicemente in queste sfide non siamo stati fortunati negli episodi e, per giunta, abbiamo pagato qualche defezione e qualche appannamento fisico. Basti pensare che nell’ultima sfida abbiamo giocato con un solo attaccante di ruolo, al suo esordio da titolare, senza poter avere a disposizione completa Cargiolli e Felleca».

Su Felleca, il tecnico è stato chiaro, senza riferimento al mercato: «È un giocatore importante. Se è stato in panchina è solo perché a livello fisico non stava bene. Stiamo giocando due partite a settimana e un leggero infortunio muscolare può portare un giocatore a saltare non una, ma tre partite». C’è poi l’errore dei singoli che pesa sulla classifica ed è chiaro il riferimento al gol subito contro la Marignanese: «Un’uscita palla al piede dalla difesa ci ha fatto trovare scoperti. Abbiamo pagato a caro prezzo un errore individuale in una gara che sarebbe dovuta finire a reti inviolate». Nello strano campionato nell’anno del Covid, ancora una variazione di calendario per il GhiviBorgo: con il comunicato ufficiale 6 aprile 2021 infatti, la Lnd ha rinviato per Covid la sfida di domenica prossima in casa della Bagnolese. Casi di positività si sono infatti rinvenuti a seguito dei tamponi ai calciatori degli emiliani. Saranno quindi due le sfide da recuperare (quella con il Mezzolara non ha ancora una data certa). Prossima sfida quindi quella del giorno 14 contro il Seravezza: scontro diretto contro Gigi Grassi e l’ex mister Walter Vangioni: vincere contro le dirette concorrenti vale doppio, perdere rende vana ed effimera la gioia per un successo di prestigio. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA