Andrea Lanfri, una meravigliosa corsa d'argento ai mondiali di Londra

Andrea Lanfri (primo a destra) festeggia l'argento nella staffetta 4x100 ai mondiali di Londra

Il campione paralimpico lucchese corre l'ultima frazione della staffetta 4x100 e regala all'Italia un risultato storico

LUCCA. Tutto vero, Lucca esulta insieme al suo fantastico atleta, tutto d'argento per l'occasione. Andrea Lanfri, velocista della nazionale paralimpica, a Londra ha realizzato il suo sogno, quella dell'Atletica Virtus Cr Lucca e di un movimento in forte crescita proprio spinto dai risultati del campione di Pieve di Compito.

Andrea Lanfri, il primo a destra, durante l'ultima frazione della staffetta

Lanfri, dopo aver centrato la finale dei 100 metri, con tanto di record italiano in semifinale, nella serata di domenica 23 luglio ha centrato, insieme a Emanuele Di Marino, Simone Manifrasso e Riccardo Bagaini, il secondo posto nella staffetta 4x100. Dopo la prima frazione con Di Marino e il passaggio di testimone a Simone Manifrasso, la terza frazione ha visto in corsia il giovanissimo sedicenne Bagaini. Buona frazione e urlo verso il nostro Lanfri per lanciarlo nello sprint finale. Sul traguardo Andrea arriva al terzo posto alle spalle di Stati Uniti e Germania ma in seguito alla squalifica degli americani il bronzo si trasforma nel più prezioso argento. Non solo, polverizzato di oltre 3 secondi il record italiano precedente, con il 43”32 finale.

Il podio della staffetta mondiale 4x100

Un risultato che incornicia un mondiale fantastico. Detto del risultato nei 100 metri, Lanfri al sabato aveva corso anche finale dei metri 200 svoltasi sabato sera (22 luglio) nel bellissimo impianto londinese con gli ormai consueti 40.000 spettatori presenti, Andrea Lanfri ha disputato un'ottima gara conquistando il 5° posto ma soprattutto stracciando letteralmente il primato italiano che gli apparteneva portato da 23”86 a 22”51. Uno strepitoso miglioramento di oltre 1’ e 30 centesimi che dimostra quanto possa ancora abbassare i suoi tempi.