Siccità, ordinanza anti-spreco d'acqua a Borgo a Mozzano e Porcari: cosa cambia per i cittadini

I Comuni di Borgo a Mozzano e Porcari corrono ai ripari per contenere l'emergenza siccità

Un'iniziativa, spiega il Comune, presa per contenere gli effetti disastrosi della siccità che da settimane interessa il territorio e dalla necessità di tutelare le riserve di acqua potabile

LUCCA. Il sindaco di Borgo a Mozzano, Patrizio Andreuccetti, ha firmato l'ordinanza per ridurre al massimo l'utilizzo di acqua potabile. Con l'ordinanza si fa divieto assoluto di utilizzare l'acqua dell'acquedotto per usi diversi da quelli igienico-domestici dal 22 giugno fino al 30 settembre. Un'iniziativa, spiega il Comune, presa per contenere gli effetti disastrosi della siccità che da settimane interessa il territorio e dalla necessità di tutelare le riserve di acqua potabile. È in particolare vietato l'uso e il consumo dell'acqua potabile per le attività non strettamente necessarie come lavare l'auto, annaffiare orti e giardini o riempire le piscine, pubbliche o private. Un'ordinanza analoga entrerà in vigore anche nel comune di Porcari.