Contenuto riservato agli abbonati

Comune di Lucca, ecco 34 assunzioni. Le "anticipazioni" sui bandi

Palazzo Orsetti

Ecco il concorso per 4 laureati. I profili che serviranno

LUCCA. Il 2022 sarà ancora un anno di assunzioni per il Comune di Lucca. Anche se il “grosso” dei nuovi innesti nella pianta organica è avvenuta (e avverrà) in base a procedure dell’anno precedente, anche nei prossimi 12 mesi ci saranno opportunità di impiego a palazzo Orsetti.

E la prima arriverà proprio in questi giorni: è stato approvato il bando per quattro laureati che saranno utilizzati per il settore dei lavori pubblici. A breve sarà pubblicato sul sito del Comune e da quel momento ci si potrà candidare.


Il concorso è rivolto a persone che abbiano una laurea del vecchio ordinamento in architettura, ingegneria civile, ingegneria edile, architettura del paesaggio, ingegneria dei sistemi edilizi, ingegneria elettrica, ingegneria elettronica, ingegneria industriale, ingegneria meccanica, ingegneria per l’ambiente e il territorio, pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale, urbanistica. Può partecipare anche chi ha una laurea di primo livello in ingegneria civile e ambientale, scienze dell’architettura, scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale, scienze e tecniche dell’edilizia.

Le persone che saranno individuate attraverso il concorso – spiega l’assessore al personale Francesco Raspini – «sono destinate principalmente ai lavori pubblici, visto che si tratta di un settore che sarà impegnato nella realizzazione dei progetti del Pnrr».

Nel corso del 2022 saranno perfezionate inoltre assunzioni previsti per l’anno precedente e che poi – per motivi organizzativi – non sono state portate a termine.

Ma è più che probabile che saranno indette anche nuove selezioni. Fra i settori maggiormente “indiziati” c’è quello della polizia municipale, sia per quanto riguarda il profilo degli agenti che quello degli ispettori. È infatti ormai esaurita la graduatoria del “concorsone” che fu indetto per le assunzioni in quattro comuni (oltre a Lucca, Viareggio, Massarosa e Stazzema) .

In ogni caso c’è da considerare anche l’incognita del voto amministrativo: sarà infatti la prossima giunta a decidere quale procedura usare per le assunzioni, anche se in molti casi saranno necessari i concorsi perché le graduatorie esistenti vanno ormai a esaurirsi. Discorso che vale anche sia per 2022 che per 2023, due anni nei quali – complessivamente – andranno in pensione 44 persone. Fra i settori più colpiti da queste uscite (che dovranno quindi essere rimpiazzate) ci sono l’anagrafe (cinque nel 2022, una nel 2023) , i lavori pubblici (sei nel 2022, cinque nel 2023) , il sociale (uno nel 2022, tre nel 2023) .

In totale le assunzioni che il piano triennale ha previsto sono 64 in tre anni. L’idea, spiega ancora Raspini, è di andare a coprire il turn-over (cioè i pensionamenti e le eventuali uscite per dimissioni o per altri motivi) , ma anche di riuscire ad aumentare la pianta organica di palazzo Orsetti, diminuendo l’età media dei dipendenti grazie ai nuovi ingressi e cercando di inserire figure che siano in linea con quelle richieste dai piani di rilancio dell’economia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA