Lucca, più di 200 auto non in regola

Sono quelle senza assicurazione o revisione individuate dal Targa System



LUCCA. Oltre 200 beccati al volante, a Lucca, su mezzi che non potrebbero viaggiare.


Muovendovi per strada quante veicoli incrociate? Beh, sappiate che ogni diciassette mezzi uno non è assicurato. È quanto emerge dalla relazione dell’Ania – l’Associazione nazionale imprese assicuratrici – sulla base degli ultimi dati disponibili, relativi al 2019 (e nel frattempo ci sono state una pandemia e la conseguente crisi economica). L’Ania stima in 2 milioni e 600mila il numero di veicoli privi di assicurazione che circolano sulle strade, escludendo dunque quelli immatricolati ma lasciati fermi in garage. Il 5,9 per cento del totale, appunto, un veicolo su diciassette. Che cosa vuol dire? Semplicemente che, nel malaugurato caso di incidente, anche se avete ragione, avete una probabilità su diciassette di trovarvi davanti a diverse complicazioni per avere il risarcimento cui avete diritto (con tutte le pratiche collegate alla richiesta di rimborso al fondo di garanzia per le vittime della strada). Ebbene, è anche per evitare complicazioni del genere che a Lucca è stato introdotto il Targa System, un meccanismo che installato sulle pattuglie della polizia municipale legge appunto la targa delle auto, incrociando in tempo reale le banche date della stessa Ania e della Motorizzazione civile, individuando non solo i mezzi senza assicurazione, ma anche quelli non in regola con la revisione. «Un lavoro che si misura in frazioni di secondo – spiega il comandante della polizia municipale di Lucca Maurizio Prina – se l’auto non risulta in regola arriva immediatamente sul display la segnalazione, un bollino rosso, e a quel punto il mezzo viene fermato». Il Targa System infatti a Lucca non è su postazioni fisse, ma adottato dalle pattuglie in modo da poter fermare le auto non in regola e contestare immediatamente l’infrazione.

«Ci tengo a precisare una cosa, che è la premessa fondamentale – dice il comandante – ossia l’importanza di questo tipo di controlli. Non si tratta, per usare un’espressione diffusa, di “fare cassa”, ma di una misura fondamentale per la sicurezza. Il rischio rappresentato da un mezzo che viaggia senza assicurazione è evidente. E anche un mezzo non revisionato può rappresentare un pericolo in mezzo alla strada». La revisione, infatti, serve a dimostrare che un veicolo è in regola sotto il profilo meccanico. La mancanza della revisione periodica (al quarto anno per le auto di nuova immatricolazione, ogni due per tutte le altre e ogni anno per i mezzi pesanti) può tradursi in inefficienza di meccanismi fondamentali per la sicurezza di chi guida e di tutti gli altri utenti della strada che può incrociare sul suo cammino (basti pensare ai freni, o allo sterzo).

Ebbene, qual è la situazione lucchese. Nonostante si tratti di un controllo specifico che non viene fatto in modo sistematico, i dati della città di Lucca evidenziano come il problema sia reale: dal primo gennaio al 30 novembre di quest’anno sono stati 86 i veicoli che viaggiavano sulle nostre strade senza essere assicurati. Ancora più allarmante il dato dei mezzi non revisionati, in media ne sono stati individuati più di una decina al mese, per un totale di 122 veicoli che viaggiavano senza aver fatto i controlli previsti. In totale oltre 200 infrazioni rilevate dal Targa System e immediatamente contestate.

Le sanzioni? Per i veicoli non revisionati la multa è di 173 euro, che si riducono a 121,10 euro se pagata entro cinque giorni. Ancora più pesante la multa per i veicoli privi di assicurazione: la somma da pagare ammonta a 866 euro (606,20 in forma ridotta) ed è anche previsto il sequestro del mezzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA