Ladri in fuga si gettano dalla finestra della casa Volo di quattro metri

Colpi ad Altopascio, Segromigno, Sant’Anna e San Cassiano  Un derubato: «Brutto sentirsi violati al proprio domicilio»

Altopascio. Continua la raffica di furti che in questi ultimi giorni sta creando grande preoccupazione in tutta la Piana. Nella tarda serata di martedì si sono registrati due furti in abitazioni del centro di Altopascio, tre nella frazione capannorese di Segromigno in Monte, uno a San Cassiano a Vico e uno a Sant’Anna, precisamente su viale Luporini, dove i malviventi sono entrati in un appartamento al primo piano arrampicandosi dal terrazzo. La situazione sta creando un certo sgomento tra la popolazione, percepibile anche dalle chat che i cittadini si scambiano sui gruppi, ufficiali o ufficiosi, di controllo del vicinato.

Tra le persone colpite da questi furti, c’è Michael Bertoni che vive con la compagna in una traversa di via delle Ville a Segromigno in Monte. «Da noi sono entrati martedì sera – racconta –. Abitiamo in una casa che dà su una corte con altre abitazioni. Sia io sia la mia compagna in questi giorni siamo spesso a casa, ma l’altra sera siamo usciti entrambi per un paio d’ore e i ladri hanno agito proprio in quel frangente. Hanno forzato la porta d’ingresso e messo la casa a soqquadro, rovistando nei cassetti alla ricerca di oggetti di valore e oro. Non è che abbiano trovato granché: alla fine hanno preso un vecchio giacchetto, un paio di scarpe di marca e qualche telefono obsoleto che avevo lasciato in giro. Il tutto varrà sì e no un centinaio di euro. Al di là del valore, quello che infastidisce è il sentirsi violati in casa propria, una sensazione per niente piacevole. I ladri devono essere scappati di corsa quando hanno sentito abbaiare i cani dei vicini. Da quel che abbiamo capito si sono gettati da una finestra del primo piano che dà su una stradina secondaria. Un volo di quasi quattro metri, anche se forse sotto c’era una macchina ad aspettarli. Ironia della sorte, poche ore prima che uscissi di casa, la vicina era venuta a dirmi di stare attento perché aveva saputo che i ladri stavano agendo proprio nella nostra zona. La denuncia? – prosegue Bertoni –. I carabinieri hanno detto che vale la pena farla solo se vengono rubati oggetti di valore superiore ai 500 euro. Hanno detto che ci sono diverse bande in giro che si stanno dedicando ai furti: una formata da italiani, altre da stranieri. Anche per loro non è semplice fermarli, devono prenderli sul fatto». Per arginare il fenomeno saranno intensificati i controlli a Segromigno.


G.P.

© RIPRODUZIONE RISERVATA