Contenuto riservato agli abbonati

Incendio a Porcari, inagibili due appartamenti

l’interno dell’appartamento devastato dall’incendio

Dopo un incendio, nell’area 167 a Porcari evacuate dal sindaco nove persone

PORCARI. Sono le 12,45 quando una nuvola di fumo denso e scuro si sprigiona all’interno dell’area 167 al numero 3 di via Barsanti e Matteucci a Porcari. Nel soggiorno di un appartamento al terzo piano dell’edificio le fiamme avvolgono in pochi istanti le suppellettili e i mobili dell’abitazione in cui risiede una famiglia originaria del Marocco e composta da sette persone. In quel momento in casa c’è un bimbo di due anni con la madre. Sono istanti terribili e le urla disperate della donna fortunatamente vengono udite da alcuni abitanti del palazzo. Soprattutto da due giovani che, senza perdere un minuto e vincendo ogni forma di paura, di slancio corrono verso quell’alloggio muniti di coperte bagnate e dell’estintore che si trova al piano terra del condominio. Quell’intervento immediato risulta decisivo. I due ragazzi – piccoli eroi del vivere quotidiano – aperta la porta e fatti uscire la mamma e il bimbo entrano nel soggiorno e gettano sul fuoco, che lambisce le pareti e raggiunge il soffitto, plaid e trapunte inzuppate d’acqua. E quando sul posto arriva una squadra di vigili del fuoco la situazione è quasi sotto controllo e le operazioni di spegnimento vengono svolte nella massima sicurezza. Nel frattempo la mamma con il più piccolo dei figli è già stata trasportata, a titolo precauzionale, al pronto soccorso dell’ospedale San Luca. Non presentano ferite o ustioni, ma sono spaventati e hanno respirato i fumi tossici causati dall’incendio. Tra i primi ad arrivare sul posto il sindaco di Porcari, Leonardo Fornaciari, che dopo le 17 firma un’ordinanza di inagibilità temporanea di due appartamenti – quello al terzo piano e quello accanto in cui vivono fratello e sorella ultracinquantenni – con l’evacuazione immediata delle nove persone che li abitavano e che da ieri sera sono ospiti in strutture ricettive in attesa delle verifiche ai danni strutturali dei due alloggi che saranno eseguite dai tecnici Erp (edilizia residenziale pubblica).

«Ad avvertirmi della situazione – racconta il sindaco di Porcari giunto sul posto prima dell’arrivo dei pompieri – è stato un abitante della zona che mi ha chiamato in ufficio dicendo di aver visto una nube densa e scura sopra la palazzina che ospita il condominio di edilizia pubblica. Mi sono precipitato in via Barsanti e Matteucci e voglio ringraziare, a nome della cittadinanza, quei giovani che con coraggio e sangue freddo non hanno esitato a dare il loro contributo all’opera di spegnimento. Fortunatamente non ci sono feriti e nel primo pomeriggio, dopo che i pompieri hanno concluso le operazioni di spegnimento, abbiamo deciso, su indicazione dei vigili del fuoco, di evacuare due abitazioni per un totale di nove persone».


Nell’appartamento in cui vive la famiglia originaria del Marocco, oltre alle suppellettili andate a fuoco, sono completamente annerite le pareti e il soffitto del soggiorno e anche nell’abitazione ci sono danni strutturali. Sul posto anche la polizia municipale di Porcari e l’assessore alle politiche sociali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA