Alice canta Battiato, omaggio al Maestro

Alice, la cantautrice sarà a Lucca il 16 dicembre

L'Associazione musicale lucchese porta in città la famosa artista, appuntamento il 16 dicembre nella chiesa di San Francesco

LUCCA. Un’interprete unica per l’omaggio a uno dei più grandi artisti italiani. Giovedì 16 dicembre, alle 21 nella chiesa di San Francesco, l’Associazione Musicale Lucchese ospita “Alice canta Battiato”, un concerto eccezionale pensato per celebrare Franco Battiato attraverso la voce intensa e potente di Alice, una delle cantautrici italiane più note e amate dal grande pubblico.

Il sodalizio artistico con Battiato ha caratterizzato una parte importante del percorso musicale e professionale di Alice, rivissuto in questo viaggio musicale con l’accompagnamento al pianoforte di Carlo Guaitoli, per anni collaboratore di Battiato in qualità di pianista e direttore d’orchestra, che per lo spettacolo ha curato gli arrangiamenti dei pezzi eseguiti solo voce e piano.

Alice riesce a omaggiare l’artista siciliano con autenticità ed eleganza, in nome di una antica amicizia, ma soprattutto per quella affinità artistica che li ha sempre legati e che la rende un’interprete unica della musica di Battiato. Sono diciannove i brani in scaletta, a partire dagli esordi della collaborazione tra i due artisti e la canzone “Per Elisa” (scritta insieme a Battiato e al violinista compositore Giusto Pio, il brano vinse il Festival di Sanremo nel 1981 e si impose nelle classifiche italiane e internazionali), fino a quelle che li hanno visti di nuovo insieme sul palco nel tour del 2016, “Battiato e Alice”. Un concerto imperdibile non solo per i fan, ma anche per tutti coloro che vogliono rivivere il percorso umano e artistico di due cantautori che hanno indelebilmente segnato la storia della musica italiana.

Tra le canzoni proposte, "Luna indiana", "È stato molto bello" ed "Eri con me".

«Avevo chiesto a Franco una canzone mistica – ha raccontato Alice, riferendosi a quest’ultimo brano - Mi ha detto che aveva bisogno d’ispirazione, ma dopo tre giorni mi ha chiamato e me l’ha fatto ascoltare». E ancora "L’animale", «un ricordo speciale – ha aggiunto la cantante – perché Battiato nel 2016 mi ha chiamato sul palco a cantarla per la prima volta», e "Io chi sono", «non solo una canzone, ma un’esperienza che Franco ci ha voluto donare per il nostro cammino evolutivo». Non mancheranno poi i grandi successi come "Povera patria", "Il vento caldo dell’estate", "I treni di Touzer" fino a "La cura".

Grande la soddisfazione dell’Associazione Musicale Lucchese che è riuscita a portare questo evento a Lucca per offrire al pubblico un appuntamento capace di guardare all'esperienza musicale senza separazioni rigide tra i generi. Per l’Associazione questo tipo di eventi non è una novità, basta pensare ai progetti che negli anni hanno visto protagonisti ospiti come Milva, Moni Ovadia, Enrico Pieranunzi, Norma Winstone, Elio delle Storie Tese, Stefano Bollani e lo stesso Battiato, che fu ospite dell’Associazione musicale lucchese nel dicembre del 2003 con la sua Messa arcaica. La ricerca di dialogo tra i generi musicali sarà protagonista anche dell’edizione 2022 di Lucca Classica per cui è atteso un grande ospite proveniente dal mondo del jazz.

I biglietti saranno in vendita online sulla piattaforma Vivaticket (www.vivaticket.it) nei prossimi giorni al costo di 20 e 12 euro (più diritti di prevendita).