Contenuto riservato agli abbonati

Incidenti sulla Sarzanese: «Quella strada è pericolosa»

Lucca, i cittadini chiedono alle istituzioni di intervenire

LUCCA. «Dici Sarzanese, leggi pericolo». A Maggiano, gli abitanti non lo nascondono: hanno paura. Il motivo è da ricercare in quella strada – la Sarzanese – dove ormai hanno perso il conto del numero di incidenti. Colpa dei comportamenti incivili di automobilisti e camionisti, dicono. «Ma anche degli scarsi provvedimenti presi nel corso degli anni da parte delle istituzioni», aggiungono.

«La Sarzanese da sempre è la strada dei lucchesi – spiega Debora De Luca – . Sono tantissimi i veicoli che la percorrono, ogni giorno. Ma nonostante questo non viene fatto nulla per fare in modo che le auto rallentino. E c’è anche un rischio in più: i cinghiali. Non solo nelle vie più periferiche, ma anche sulla Sarzanese. Gli ungulati attraversano la strada e, in questo modo, rappresentano un pericolo. Ma nessuno fa nulla per migliorare questa situazione».

Il negozio di alimentari di Daniela Luciani e Adelina Arcona si affaccia direttamente sulla Sarzanese. «Abbiamo perso il conto di quante persone abbiamo raccolto dopo gli incidenti – ricordano – . Succede qui, in diversi punti della strada, anche ora che l’asfalto è nuovo di zecca. Nessuno o quasi rispetta il limite di velocità. Gli automobilisti cominciano ad accelerare laggiù, subito dopo il centro abitato con il tratto in discesa che invita a premere il piede sull’acceleratore. Una situazione resa ancora più complicata, in questo momento, dai lavori di asfaltatura del manto stradale in direzione San Macario in Piano. Il semaforo, se rosso, costringe gli automobilisti a fermarsi. E chi arriva a gran velocità, all’improvviso si trova la fila fila davanti ed è costretto a inchiodare per evitare di tamponare i veicoli che lo precedono».

E poi c’è l’incrocio tra la Sarzanese e le due strade laterali, via di Casanova e via di Magazzeno. «Pericolosissimo – dice De Luca – perché tra le auto parcheggiate a lato strada in divieto di sosta e di fermata e l’alta velocità, il rischio di incidente è dietro l’angolo. Ma come è possibile che nessuno abbia ancora preso provvedimenti? Per non parlare di quando cala il buio: la strada è scarsamente illuminata e in questo modo il pericolo si moltiplica».

I cittadini, ora, chiedono un intervento da parte delle istituzioni. «Qualunque dissuasore serva a far diminuire la velocità venga installato: ormai non sappiamo più quanti siano gli incidenti – concludono gli abitanti di Maggiano – . Chi dovere intervenga al più presto su questa strada. Tutti noi abbiamo paura».

RIPRODUZIONE RISERVATA