Contenuto riservato agli abbonati

Nuova edizione di Lucca Comics, traffico interrotto sui viali

L'allestimento di una tensostruttura (Foto Sernacchioli)

Un’area pedonale davanti alla stazione, in città si montano i primi padiglioni in vista dell'evento che si terrà dal 29 ottobre al 1° novembre

LUCCA. Chiusa porta San Pietro, isola pedonale davanti alla stazione e traffico deviato all’altezza della questura. Chiuso anche il sottopasso ferroviario così come via Nottolini. Stalli blu già disponibili gratuitamente per i residenti, mentre quelli fuori dalle Mura saranno a disposizione di chi ha un abbonamento Metro per il Palatucci o per il Carducci, ora occupati per la manifestazione. Intanto in città sono in corso i lavori per l’allestimento dei padiglioni come mostrano le foto in pagina.

Sono tante le novità che interessano la città di Lucca per questa nuova edizione dei Comics, in programma dal 29 ottobre al 1° novembre, e vanno a toccare non solo chi arriva per l’evento, ma anche – forse sarebbe il caso di dire soprattutto – chi qui vive e lavora. Il piano della logistica, per ciò che riguarda viabilità e parcheggi, è stato presentato a Palazzo Orsetti dall’assessore Francesco Raspini, dalla presidente di Lucca Crea Francesca Fazzi e dal direttore di Metro Mauro Natali. È un piano figlio di questa edizione ridotta, che risente dell’incertezza sulla situazione epidemiologica legata al Covid e che ha portato a porre il limite giornalieri dei biglietti vendibili a quota 20mila. Pochi rispetto agli 80/90mila del passato.

Ma nonostante il numero dei paganti sia sicuramente inferiore a quello delle edizioni trascorse, c’è una incognita legata ai visitatori senza biglietto che nei quattro giorni della manifestazione arriveranno in città. «Impossibile fare una previsione, dipenderà anche dal tempo. In ogni modo, per evitare sorprese, abbiamo fatto esercizio di prudenza e ora siamo pronti», dicono all’unisono Raspini e Fazzi.

Proprio questa incertezza di fondo sta creando un po’ di apprensione in chi ha la responsabilità dell’ordine pubblico. Nello specifico prefetto e questore, che per la prima volta da quando sono a Lucca si trovano a gestire la manifestazione.

«Siamo tranquilli – spiega Fazzi – Dai questionari che abbiamo inviato alla nostra comunità di appassionati sappiamo che l’87 per cento di coloro che hanno il biglietto non hanno intenzione di venire accompagnati da persone sprovviste di ticket». In ogni caso il piano della viabilità e della sosta è andato via via arricchendosi, proprio per far fronte ad arrivi cospicui. Ma vediamo con ordine.

Viabilità. Sul fronte della circolazione le novità maggiori si concentrano nella zona della stazione: sarà realizzata un'isola pedonale in piazzale Ricasoli in collegamento con gli spalti.

Il traffico proveniente da viale Carducci una volta imboccato viale Cavour dovrà obbligatoriamente girare a sinistra su via Montanara, la strada che costeggia la questura, per poi tornare in viale Carducci attraverso viale Regina Margherita. Il traffico proveniente da viale Giusti, invece, dovrà tornare indietro percorrendo via Montegrappa. Nello specifico venerdì 29 e sabato 30 dalle 9.30 fino alle 21 e domenica 31 ottobre e lunedì 1° novembre per tutta la giornata divieto di transito veicolare in viale Regina Margherita fra via Montanara e piazza Curtatone; in via Cavour fra via Montanara e piazza Ricasoli e in piazza Ricasoli nella viabilità di collegamento fra viale Regina Margherita e via Cavour. Pertanto dalle 9.30 di venerdì 29 ottobre fino alle 24 di lunedì 1° novembre divieto di sosta con rimozione in piazzale Ricasoli, in piazza Curtatone e nella viabilità di collegamento fra viale Mazzini e via Cairoli.

La postazione taxi sarà spostata sul lato ovest di piazza Ricasoli. L'attraversamento pedonale di piazzale Boccherini all'ingresso di viale Carducci sarà chiuso per non creare rallentamenti al traffico. I pedoni dovranno utilizzare il nuovo sottopasso.

Per tutti giorni del festival divieto di sosta dal n. 163 di viale Cavour fino a piazzale Ricasoli.

Dalle 15 di sabato 30 ottobre alle 24 del 1° novembre verrà chiuso il sottopasso della stazione ferroviaria. I viaggiatori che si dirigono sulle tratte Viareggio-Pisa accederanno alla stazione direttamente da piazzale Ricasoli, quelli in arrivo o in partenza per Firenze dovranno utilizzare la passerella pedonale di piazzale Risorgimento. Pertanto in questo periodo divieto di transito in via Nottolini (fra via Ponsicchi e via della Formica), tratto di via Urbicciani e via della Formica e divieto di sosta in via Civitali.

Accesso al centro storico. Cambiano anche le modalità di accesso al centro storico, che diversamente dal passato non sarà completamente chiuso. Ci saranno poi significative restrizioni. Vediamole: dalle 9 alle 20 per tutti i giorni della manifestazione vige il divieto di transito veicolare (compresi i residenti) da porta San Pietro e nell'antistante spazio esterno (piazza Umberto I). Si potrà entrare in città da porta Sant’Anna e porta Santa Maria per raggiungere 'ingresso dalle rispettive porte in piazzale Verdi e in piazza Santa Maria per raggiungere i parcheggi (Cittadella, ecc) ma una volta esauriti il transito potrà essere interdetto, eccezion fatta per i residenti e per chi ha il permesso della Ztl. Si potrà entrare anche da via Elisa per raggiungere il parcheggio Mazzini e via dei Bacchettoni sarà a senso unico in direzione fino a porta San Iacopo. Il trasporto merci all'interno del centro storico sarà permesso solo nelle ore serali e notturne, ovvero dalla mezzanotte alle 8.30 venerdì 29 ottobre, dalle 20 alle 8,30 per i restanti giorni della manifestazione; la zona pedonale del centro sarà interdetta a tutti i veicoli dalle 10 alle 19 compresi velocipedi, ciclomotori e motocicli.