Contenuto riservato agli abbonati

Lucca Comics, verso un piano anti-folla: i primi dettagli del sistema di sicurezza

C’è l’incognita dei senza biglietto, metodo dinamico per chiudere vie e piazze

LUCCA. Comics e Covid, obiettivo evitare gli assembramenti nelle piazze, ma non è chiaro quanta gente arriverà: in dubbio un sistema di filtro e controllo agli ingressi della città.

Ieri pomeriggio si è tenuto l’ennesimo incontro in questura per mettere a punto gli ultimi dettagli del dispositivo di sicurezza che sarà messo in atto per la rassegna in programma dal 29 ottobre al 1° novembre. In città sono attese tra le 120mila e le 140mila persone, tra paganti (80mila) e semplici curiosi (da 40mila a 60mila). Poche rispetto alle edizioni passate (276mila paganti nel 2016, più i visitatori senza biglietto), tante considerando che siamo ancora in periodo di Covid. Pertanto, la Commissione provinciale di vigilanza per gli eventi di pubblico spettacolo, che si è riunita una prima volta il 20 settembre, si pone come obiettivo primario quello di evitare gli assembramenti. Più facile a dirsi che a farsi: all’interno dei padiglioni e delle aree a cui si accede solo con il biglietto ci saranno i tradizionali conta persone, con gli addetti alla sicurezza pronti a stoppare gli ingressi in caso di eccessivo afflusso. Inoltre, i paganti saranno tutti muniti di Green pass e all'arrivo a Lucca, dovranno presentarsi in uno dei tre Hub Welcome Desk (Polo fiere con parcheggio, Palazzetto dello sport Palatagliate e piazza San Romano) dove presentando il titolo di ingresso verrà loro misurata la temperatura e si farà il controllo del certificato verde Covid. Se tutto in regola verranno muniti di braccialetto colorato, lasciapassare per l'accesso alle oltre 15 diverse aree in cui è suddivisa la manifestazione.


Più complicata la gestione dei visitatori senza biglietto. Primo perché è complicato stabilire quanti ne arriveranno: stime realistiche vanno da 40mila a 60mila, ma in questo campo le previsioni sono alquanto aleatorie. Molto dipenderà dalle condizioni meteo. Al momento le previsioni sono buone per venerdì e sabato, mentre domenica e lunedì c’è rischio pioggia. Lucca Comics ha battuto molto sul fatto che in questa edizione non ci saranno eventi o attrazioni visibili per i senza biglietto: niente bancarelle sulla passeggiata delle Mura, nessuna sfilata organizzata di cosplayer, niente attrazioni in tema Japan in San Francesco e neppure concerti sui baluardi. Tuttavia non è chiaro quanto questa comunicazione sia passata nel popolo degli affezionati ai Comics. A giudicare dalla velocità con cui sono andati esauriti i biglietti e dal fatto che gli alberghi non sono strapieni ma quasi (molti anche in Versilia), un po’ di movimento ci sarà. Inoltre ci sono una decina di temporary store aperti a tutti. La questione è stata all’ordine del giorno della riunione che si è tenuta ieri in prefettura e su cui dovrà dire l’ultima parola la questora Alessandra Faranda Cordella, che lunedì terrà una conferenza per dettagliare il piano. Durante l’incontro è stata sollevata la questione relativa all’opportunità di ripristinare i controlli e un sistema di filtro alle porte della città. In un primo momento non era previsto ma non è escluso che si adotti questa soluzione, per gestire meglio eventuali arrivi in massa, soprattutto sabato e domenica. Smentita, invece, l’ipotesi di far entrare in centro storico solo le persone dotate di Green pass: si tratta di una voce circolata per qualche giorno ma che risulta priva di fondamento. In attesa di sciogliere il nodo dei controlli a porte e sortite, l’attenzione delle forze dell’ordine si è concentrata sulla “zona rossa” tra piazza San Michele e piazza Napoleone. Il dispositivo di sicurezza che si sta mettendo a punto è basato su un sistema dinamico e sperimentale, volto a consentire chiusure lampo di strade e piazze che si trovano in quest’area, dove solitamente si concentra il maggior numero di persone. Verrà stabilita una capienza massima basata sui metri quadrati e quando l’addetto alla vigilanza dei cosiddetti parametri di safety (solitamente un vigile del fuoco), riterrà che si sia raggiunto il limite, verrà data comunicazione alle forze dell’ordine e la strada (o la piazza) verrà momentaneamente chiusa in ingresso con delle transenne, mentre i flussi di visitatori saranno deviati su altri percorsi, peraltro indicati da una cartellonistica articolata messa a punto da Lucca Crea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA