Contenuto riservato agli abbonati

Lucca, il locale è pronto ad aprire ma non trova addetti

Il ristoratore Zheng cerca due giovani sotto i trent’anni da impiegare come banconiere e per preparare i cibi

LUCCA. Il locale è quasi pronto e lui vorrebbe aprire a giorni. Ma non ci riuscirà, perché non trova personale: giovani fra diciotto e trent’anni di età da assumere come banconisti e addetti alla preparazione dei cibi.

E così Wan Chen Zheng, classe 1994, giovane imprenditore nato in Cina ma da molti anni in Italia con la sua famiglia, rilancia sulla sua ricerca di personale. «Chiunque sia interessato, può inviare un messaggio su Instagram nella pagina Fish Poke o inviare una mail a fishpoke@gamil.com», sottolinea.


Fish Poke sarà un locale di cucina hawaiana. Aprirà a Lucca, zona stazione ferroviaria. Una novità assoluta per la nostra città: ma la famiglia Zheng è molto esperta nel settore. Quando si trasferì dalla Cina, scelse Livorno come sua nuova città. A Livorno infatti è cresciuto Wan Cheng che, anche per questo, parla benissimo italiano. La sua è una famiglia di ristoratori, ma adesso i suoi genitori sono in pensione e hanno lasciato tutto a lui, anche se qualche volta nei momenti di più lavoro una mano al figlio la danno sempre.

Wan Cheng oggi gestisce un ristorante a Pisa che fa sia cucina cinese che giapponese. È bravo, gli affari vanno bene e decide di investire in una nuova attività. «Quest’estate – racconta – ho aperto a Tirrenia un locale come quello che tra pochi giorni aprirò a Lucca. Ho fatto come una prova, volevo vedere se i clienti apprezzavano la nostra offerta. È andata molto bene, così ho deciso di far diventare duratura questa offerta per tutto l’anno e ho scelto di aprire a Lucca, al numero 171 di piazza Curtatone, a due passi dalla stazione ferroviaria, in un punto di passaggio. La data di apertura ancora non è decisa: dipende da quando riusciremo a trovare il personale».

Nel locale di Lucca, aggiunge l’imprenditore, «lavorerà uno chef italiano di Pisa che preparerà il piatto tipico della cucina hawaiana: la pokeria. Si tratta di un piatto completo servito in una ciotola e composto da riso, sushi, salmone e verdure il tutto condito da una salsa che ogni cliente metterà da solo. È un pranzo pensato anche per i lavoratori che possono mangiare tranquillamente in pausa pranzo senza appesantirsi troppo». Adesso al negozio mancano solo gli ultimi dettagli e poi potrà essere aperto al pubblico: se nei prossimi giorni arriveranno giovani che si candideranno a lavorarci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA