Contenuto riservato agli abbonati

Tamponi Covid all’ex edicola

A Ponte al Serraglio partirà l’iniziativa promossa da una farmacia del luogo

BAGNI DI LUCCA. Diventerà un punto per servizi infermieristici e tamponi per il Covid l’ex chiosco nella piazza di Ponte a Serraglio.

La gestione andrà alla “Nuova Farmacia Ecologica di Ponte a Serraglio” di Manuel Gozio. La struttura arriva in un punto focale, facilmente accessibile essendo al centro della piazza del Ponte, di fronte l’ingresso della farmacia e davanti allo storico bar Italia, punto di transito di centinaia di persone e automobilisti. Dalla piazza si transita per andare alla Villa, a Bagni Caldi, per raggiungere Fornoli e per immettersi sul Brennero, attraversando il ponte sul fiume Serchio. «Abbiamo chiesto al Comune un punto dove poter fare non solo i tamponi, ma anche i servizi che richiedono la professionalità degli infermieri – spiega Gozio – come i prelievi del sangue, gli accessi venosi, le iniezioni. Dal Comune abbiamo avuto per un periodo di tempo la gestione del chiosco per assicurare questo tipo di assistenza. È un servizio molto importante per la popolazione e noi potremo garantirlo con una maggiore sicurezza, anche per quanto riguarda i tamponi e la prevenzione anti-Covid. Al momento nello staff della farmacia ci sonogià tre infermiere, ma dal 25 ottobre entrerà in servizio la quarta. Così sarà possibile far fronte in completa sicurezza a tutte le prestazioni che esigono la presenza di personale infermieristico. È mia intenzione arrivare a offrire anche interventi domiciliari al bisogno. Ci sono tante persone in difficoltà, soprattutto nelle frazioni collinari e montane».


Il chiosco è stato un punto vitale per anni come edicola di Ponte a Serraglio. Era gestito da Giuliana Pieri, una figura notissima nella Valle. Con lei il chiosco era diventato un punto di incontro. La gente si fermava non solo per comprare il quotidiano, ma per fare parte della vita del paese, della comunità. Al chiosco passavano tutti, persone semplici e personaggi famosi. Lì si veniva a sapere tutto quello che accadeva nella comunità. Dopo la chiusura della edicola c’è stato un periodo di abbandono, poi il Comune lo aveva rimesso in sesto pensando di farne un punto di accoglienza turistica. Il progetto però non si era realizzato e il chiosco era stato concesso per l’estate a Carlo Giannelli, titolare del Parco del Levigliese che lì veniva pubblicizzato ai turisti.

Ora diventerà un punto centrale per tanti servizi sanitari e per i tamponi, usufruendo della professionalità degli infermieri messi a disposizione dalla farmacia. L’attività partirà a breve, una volta terminati i lavori per portare il locale a norma. Con l’arrivo della quarta infermiera le prestazioni potranno essere effettuate tutta la settimana. I tamponi al momento si possono fare in farmacia dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18, e la domenica dalle 16 alle 19.

© RIPRODUZIONE RISERVATA