Statale del Brennero, l’Anas annuncia la ripresa dei lavori

Dopo mesi di disagi, lunghe code e proteste di sindaci, pendolari e turisti ecco l’apertura dei cantieri che dovrebbero andare avanti sino a fine novembre

BORGO A MOZZANO. Dopo mesi di disagi e lunghe code, accentuatesi durante il periodo delle vacanze, sulla statale del Brennero, sono finalmente ripresi i lavori che dovrebbero mettere definitivamente in sicurezza il versante a monte della statale 12, tra Borgo a Mozzano e Chigenti, e la massicciata sopra il corso del Serchio all’altezza del Ponte del Diavolo. Nonostante le proteste di pendolari e turisti e i solleciti dei sindaci di Bagni di Lucca, Paolo Michelini, e Borgo a Mozzano, Patrizio Andreuccetti, per tutta l’estate l’Anas non ha spiegato perché i lavori, che dovevano finire a giugno, erano stati in realtà interrotti senza alcuna informazione. Ora la ripresa della viabilità a doppio senso, con l’eliminazione del semaforo al Ponte Pari che tanti ingorghi ha creato, è indicata dall’Anas per il mese di novembre.

Da vedere poi se l’Anas terrà fede all’impegno di procedere alla completa bonifica dei versanti e della massicciata sulla base di un progetto che costerebbe cinque milioni di euro. Al momento, resta solo la promessa e non resta che vigilare perché alle parole seguano fatti. Stesso discorso per i due nuovi ponti per cui i Comuni di Bagni di Lucca e Borgo a Mozzano hanno chiesto fondi alla Regione. Andreuccetti può contare sul progetto di massima per il collegamento tra Socciglia e Borgo a Mozzano, mentre Michelini non ha fondi in cassa nemmeno per progettare il ponte - ancora più necessario - tra Fornoli e Pian della Rocca. Intanto nella Valle si spera che almeno sulla statale del Brennero non vengano più interrotti i lavori di cui si è discusso ieri mattina in una riunione in Prefettura. Dopo il silenzio dell’estate, l’Anas stavolta si è fatta viva con l’ingegnere Liani e un rappresentante di Terna, che si sono confrontati con i sindaci di Bagni di Lucca e Borgo a Mozzano, con l’assessore regionale alle infrastrutture Stefano Baccelli e con i rappresentanti dei commercianti di Chifenti. L’Anas ha comunicato la ripresa dei lavori, indicandone il termine per la fine di novembre, con il ripristino della viabilità a doppio senso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA