L'asilo verso la demolizione

La struttura è chiusa da anni perché inagibile. Ne sarà costruita un’altra


CAPANNORI. Prima la demolizione dell’edificio, poi il nuovo progetto. L’asilo nido di Lammari, come ribadito dal Comune di Capannori, sarà costruito ex novo, dopo la demolizione della vecchia struttura che venne inaugurata nel 2015 e che già dopo poche settimane iniziò a mostrare le sue carenze fino alla chiusura nel 2016 per inagibilità che ha portato al sequestro, al successivo dissequestro e alle indagini portate avanti dalla magistratura.Si tratta di un ulteriore passaggio di una lunga vicenda è il progetto definitivo di demolizione del nido Cosimo Isola.In questi giorni l’amministrazione comunale, con una determina pubblicata sul sito istituzionale, ha affidato l’incarico a un professionista. Nella quantificazione del danno richiesto dal Comune infatti sono state inserite anche le spese per la demolizione della struttura che dovrà essere successivamente ricostruita. Inoltre per la definizione degli oneri di demolizione è necessario un dettagliato progetto.

Come detto, si tratta di una vicenda annosa e tormentata, iniziata con l’ordinanza di inagibilità del plesso in via delle Ville e l’inchiesta della magistratura per verificare eventuali responsabilità penali, procedimento in cui l’amministrazione è stata riconosciuta come parte lesa, e un’azione legale con una richiesta di risarcimento danni nei confronti dei presunti responsabili in fase di progettazione e costruzione.Intanto, in attesa di conoscere l’esito delle vicende giudiziarie, l’amministrazione guidata dal sindaco Luca Menesini ha avviato una fase preliminare per la ricostruzione dell’asilo nido. È stato infatti approvato un progetto di fattibilità tecnica per partecipare ad un bando ministeriale destinati ad asili, scuole per l’infanzia e centri polifunzionali per servizi alla famiglia. Il Comune ha previsto di investire due milioni e 140mila euro per un nuovo asilo di 900 metri quadrati destinato ad accogliere sessanta bambini.



L’area individuata per la sua ubicazione è quella adiacente alla scuola media Nottolini di Lammari e l’idea è di realizzare la struttura su un terreno di proprietà comunale che ha una superficie complessiva di 3.000 metri quadrati comprendente anche il giardino esterno e l’area parcheggio.Un’altra ipotesi è realizzare il nuovo asilo nella stessa area dove sorgeva il Cosimo Isola se l’area sarà tornata nella disponibilità del Comune. Allo studio anche una viabilità di accesso alternativa a quella attuale che permetta di raggiungere il nuovo asilo nido dal parcheggio interno del complesso scolastico e una zona per i nuovi campi da gioco a servizio della scuola.Il Comune ha promesso un nuovo asilo per la fascia fino a tre anni per rispondere alle esigenze della zona nord del territorio, una più popolose del Capannorese. In seguito alla chiusura del plesso, i bambini che frequentavano l’asilo di Lammari sono stati trasferiti alla scuola Manzoni di Marlia. Qui c’è stato un intervento di adeguamento degli spazi della scuola per ospitare l’asilo nido Cosimo Isola e renderli più funzionali alle attività educative e didattiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA