Palestra comunale inagibile, il sindaco: «Sarà abbattuta» 

Gallicano. La decisione presa dopo le indagini di vulnerabilità sismica sulla struttura. La promessa: «Ne costruiremo una nuova, ma servono tre milioni di euro»

GALLICANO. «A breve firmerò l’ordinanza per dichiarare inagibile la nostra amata e vecchia palestra alle ex scuole medie. E poi sarà abbattuta». Il sindaco di Gallicano, David Saisi, è amareggiato. Ma – dice – non si può fare altrimenti. La ragione è da ricercare nelle indagini di vulnerabilità sismica effettuate dalla ditta incaricata dal Comune e finanziate dalla Regione Toscana. Indagini che – sottolinea il primo cittadino di Gallicano – non lasciano dubbi: la palestra non è più a norma». Tanto vale costruirne una nuova per un investimento di circa tre milioni di euro che sorgerà in via Maresciallo Guazzelli.

Ma nulla da fare per la struttura attuale che sarà buttata giù. L’immobile si trova in piazzale Gruppo Valanga e, da tempo, è stata data in gestione ad associazioni sportive locali. Che – spiega Saisi – si sono già organizzate autonomamente per svolgere altrove le loro attività. Non ci saranno disagi per chi fa attività sportiva. Ma – sottolinea Saisi – il compito dell’amministrazione comunale è, prima di tutto, quello di garantire la sicurezza di chi frequenta locali di proprietà del Comune di Gallicano.

«Qualche mese fa, considerata questa (allora) remota ipotesi che oggi purtroppo si concretizza – prosegue Saisi – abbiamo iniziato a ragionare sulla costruzione di una nuova palestra, su dove andasse costruita e che cosa fare dell’area dove esiste la vecchia palestra».

Poi, il primo cittadino spiega l’intenzione di costruire quella nuova vicino alla scuola in via Maresciallo Guazzelli. Ma, una volta pensato alla realizzazione della nuova palestra, ci sarà un altro spazio da utilizzare: quello dove oggi sorge la palestra che sarà abbattuta, considerata la sua fragilità dal punto di vista sismico.

«In piazzale Gruppo Valanga – aggiunge Saisi – l’idea è quella di realizzare un centro polifunzionale dedicato alla cultura e che presenterò ai cittadini, in una bozza, molto presto. L’amministrazione comunale ha già incaricato l’ingegner Satti per la progettazione. Chi invece ha già redatto il progetto preliminare della nuova palestra è l’ingegner Macerini. Il disegno si trasformerà in esecutivo, dopo aver trovato i finanziamenti per la sua realizzazione». Servono fondi, insomma, per costruire la nuova palestra. Una cifra che si aggira intorno ai tre milioni di euro. Come ricorda David Saisi, il progettista è lo stesso dell’edificio scolastico in via Guazzelli. Non ci sono tempi certi sulla realizzazione della nuova palestra, ma una cosa è certa: si tratta di un investimento che – sottolinea Saisi – migliorerà la qualità della vita dichi, di solito, frequenta gli impianti sportivi comunali. Bambini e ragazzi, soprattutto. «È una scelta – conclude il sindaco – per garantire continuità architettonica. Ma la nuova palestra condividerà con la scuola solo la vicinanza». E quando sarà pronta tornerà ad essere “casa” delle associazioni sportive locali. RIPRODUZIONE RISERVATA