Ztl, cinque multe al giorno

Più di 250 accessi irregolari in due mesi: partite le lettere con le sanzioni

MONTECARLO. Cinque multe al giorno (o quasi) in due mesi. In totale sono oltre 250 le sanzioni erogate dal comando dei vigili di Montecarlo per ingressi non autorizzati nella zona a traffico limitato (Ztl) in funzione dal 1° giugno. Questi i primi dati che si evincono dal report in fase di preparazione da parte della locale polizia municipale. Le misure restrittive dell’accesso e della sosta sono state adottate dall’amministrazione comunale per limitare l’ingresso ai non residenti nel centro storico. I numeri ovviamente sono quelli di un borgo di meno di 5.000 anime, ma che durante il periodo estivo si popola di turisti e visitatori, anche se a causa della pandemia in questa strana estate non siamo ai flussi degli anni precedenti.

In verità gli accessi alla Ztl sono assai più di 250 ma dal computo totale delle violazioni del varco elettronico posizionato in via Nuova, la strada che conduce al centro del paese, vanno sottratti tutti coloro che hanno un regolare pass come residente o un’autorizzazione per lo scarico delle merci. La maggior parte delle sanzioni risale alle prime settimane di attivazione, adesso in molti ci stanno facendo l’abitudine grazie anche alla comunicazione degli operatori economici. La Ztl è stata attivata il 1° maggio per una prima fase sperimentale, poi da giugno in via definitiva con le conseguenti sanzioni per i trasgressori. E proprio in questi giorni sono partite per lettera le multe riferite a questi due mesi di attività. Le restrizioni sono attuate dal lunedì al sabato, dalle 20 alle 24, domenica e festivi dalle 13 alla mezzanotte. Possono accedere liberamente i residenti del centro storico muniti del permesso di sosta, i titolari di permesso con capacità di deambulazione ridotta, oltre ai mezzi di soccorso e di polizia. Rimane in vigore, inoltre, dal lunedì al venerdì il divieto di transito ai non residenti dalle 13.30 alle 15 e il divieto di transito e sosta per tutti dal lunedì al venerdì dalle 19 alle 24, il sabato, domenica e festivi, dalle 13 alle 24.


L’intervento di limitazione del traffico era previsto già entro la fine del 2020, ma è slittato a causa della pandemia. Obiettivo? Favorire la sicurezza dei pedoni il ricambio delle auto nelle aree di sosta gratuite per chi viene in paese per acquisti in via Roma e dintorni. Il varco elettronico sarà spento dal 25 agosto in occasione della Festa del Vino per tutta la durata la manifestazione. L'amministrazione comunale valuterà se riattivarlo a settembre, sperando in una coda del turismo e nell'arrivo di stranieri e italiani. Oppure chiudere il varco e rimetterlo in funzione dalla primavera del 2022 quando il borgo tornerà ad animarsi ed è previsto l'arrivo di visitatori amanti del buon vino e delle eccellenze della gastronomia locale che rappresentano uno dei punti di forza di Montecarlo che è tra i 38 comuni toscani premiati con la bandiera arancione attribuita dal Touring Club Italiano.

In provincia di Lucca si possono fregiare del titolo solo Barga e appunto Montecarlo. In corso di sistemazione il parco in piazza d’Armi e l’area a verde sotto via di Carlo IV dopo la realizzazione del nuovo parcheggio del “campone” adiacente alla piazza stessa. In sospeso il progetto del collegamento meccanico per collegare la rinnovata piazza d’Armi al centro storico del paese. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA