Crescono ancora i contagi in Lucchesia

Novanta i casi riscontrati ieri in tutta la provincia, nella Piana rimane alto il dato di Capannori con sedici nuovi positivi 

CAPANNORi. La speranza è che non vi sia alcuna rilevanza statistica, e che magari, già da domani i dati indichino una tendenza diversa. Ma anche ieri, come era accaduto il giorno precedente, il dato dei nuovi contagi è in crescita: se tra venerdì e sabato i nuovi contagi registrati in Lucchesia erano stati 80, tra sabato e ieri quel numero (già abbastanza elevato rispetto ai giorni precedenti) è salito a 90, confermandosi dopo Firenze la provincia toscana con il dato più alto. Tante sono state le positività rilevate in tutta la Provincia di Lucca. Dividendo il territorio nelle tre classiche macro aree si nota che la crescita maggiore si registra in Versilia e in Valle del Serchio, ma, seppur stazionario (anzi, in lieve calo) il dato di Piana e Lucca città continua a presentare un elemento di preoccupazione, costituito dal caso Capannori.

Entrando nel dettaglio infatti la maggior parte dei 40 nuovi positivi della Piana (il giorno prima erano stati 43) si concentra, come è logico aspettarsi per motivi demografici, nella città di Lucca, con 18 casi (comunque in drastico calo rispetto ai 27 del giorno precedente). Invece resta molto alto, soprattutto in rapporto alla popolazione, il numero di nuovi contagi registrati a Capannori: ieri erano 16, due in più rispetto al dato già elevato del giorno precedente. Completano l’analisi della Piana i quattro casi di Altopascio e i due di Porcari (anche qui numeri in crescita se confrontati con sabato).


Come detto numeri in salita in Versilia (22 nuovi casi venerdì, 23 sabato e ieri si è arrivati a 30) e in Valle del Serchio, con 20 nuovi positivi contro i 14 del giorno precedente. Si conferma Castelnuovo Garfagnana la realtà più colpita, con sei casi. Tre poi i nuovi positivi a Bagni di Lucca, due quelli riscontrati a Barga così come a Bagni di Lucca e a Pieve Fosciana. Un caso di positività si è avuto nei comuni di Coreglia, Gallicano, Molazzana, Piazza al Serchio e Sillano Giuncugnano.

Resta bassa (dato in questo caso regionale) l’età media dei nuovi positivi, che si attesta sui 31 anni. Più nel dettaglio il 34 per cento delle persone risultate positive si concentra tra gli under 20, e il 36 per cento nella fascia di età tra i 20 e i 39 anni e il 24 per cento fra chi ha un’età che va dai 40 ai 59 anni. Salendo ulteriormente nelle fasce di età si registrano percentuali drasticamente più basse: appena il quattro per cento dei nuovi positivi ha fra i 60 e i 79 anni, e il due per cento è costituito dagli ultraottantenni

Altro dato poco incoraggiante è quello del numero dei ricoveri, che da qualche giorno è in crescita. Solo che se finora si trattava di variazione minime, ieri (dato ancora a livello regionale) i ricoveri nei reparti Covid sono passati da 99 a 112, di cui 16 in terapia intensiva (due in più rispetto al giorno prima). —

© RIPRODUZIONE RISERVATA