Contenuto riservato agli abbonati

Auto elettriche e area per camper: come cambierà la stazione di Tassignano

Nella foto di Sernacchioli la stazione ferroviaria di Tassignano-Capannori che può diventare un centro nevralgico per la mobilità di cittadini e turisti

Il progetto è collegato all’atteso raddoppio ferroviario della linea Pistoia-Lucca

TASSIGNANO. Un hub multi servizi e a basso impatto ambientale con opportunità di sharing di auto elettriche e biciclette, parcheggio organizzato e sosta camper per favorire gli spostamenti dei cittadini pendolari e per intercettare i turisti in arrivo a Capannori e nella Piana di Lucca.

È questa l’idea dell’amministrazione Menesini che si tradurrà in una specifica strategia di sviluppo nell’ambito del nuovo Piano strutturale intercomunale, il piano urbanistico che Capannori sta portando avanti insieme ai Comuni di Altopascio, Porcari e Villa Basilica per disegnare il territorio dei prossimi anni.

Il progetto sarà collegato all’atteso raddoppio ferroviario della linea Pistoia-Lucca, che comporterà un aumento del numero di passeggeri che utilizzano la ferrovia per raggiungere il comune più popoloso della Piana, per motivi di lavoro, studio o svago.

«La stazione di Tassignano ha tutte le caratteristiche per diventare un punto di riferimento per gli spostamenti nella Piana di Lucca, per chi arriva da turista a Capannori, così come per i tanti residenti che ogni giorno si spostano verso Lucca, Pisa o Firenze e per gli studenti che frequentano il Polo culturale Artemisia – afferma l’assessore all’urbanistica Giordano Del Chiaro – C’è però bisogno di maggiori fermate dei treni che percorrono la linea e di predisporre un’area con i servizi adeguati per gli ulteriori spostamenti una volta scesi dal treno. Per questo motivo, nell’ambito del piano strutturale, abbiamo intenzione di inserire una specifica strategia di sviluppo per l’area della stazione, sulla quale ci confronteremo con i cittadini per poi procedere alla progettazione. La stazione di Tassignano, strutturata con una rete di servizi, dallo sharing di mezzi alla sosta camper, dal passaggio frequente del trasporto pubblico all’accoglienza turistica, può consentire al territorio di fare un salto di qualità nel campo della mobilità sostenibile. Il tutto valorizzando Tassignano e la vocazione culturale e ricreativa che la frazione ha assunto anche grazie alla presenza del Polo culturale, e alla realizzazione del parco e area sportiva da parte dell’esercito grazie all’accordo con il Comune».

L’idea nasce anche da una prima analisi condotta dall’amministrazione di Capannori con la collaborazione dell’ufficio mobilità della Provincia, che attesta i possibili spostamenti quotidiani tra Lucca ed i comuni della Piana sino a Pescia, seguendo una direttrice est-ovest, in almeno 20. 000 viaggi al giorno. Un primo studio condotto per avviare un tavolo tecnico con la Regione per costruire una metropolitana di superficie nella Piana di Lucca.

«Oltre agli spostamenti quotidiani e occasionali dei residenti, i turisti in arrivo a Lucca e Capannori sono di nuovo in aumento e spesso si trovano a spostarsi con l’auto. Vogliamo invece offrire un’alternativa e un valido servizio di accoglienza sin dal momento dell’arrivo, che a seguito del raddoppio ferroviario potrà essere in modo più agevole la stazione, quale punto centrale da cui partire alla scoperta delle bellezze di Capannori». – RIPRODUZIONE RISERVATA