In vendita in Brasile la casa dell’artista Fulvio Pennacchi

VILLA COLLEMANDINA. In vendita la casa-studio del pittore Fulvio Pennacchi. L’artista di origini garfagnine, nato a Villa Collemandina nel 1905, è divenuto uno dei più importanti pittori della cultura brasiliana. Da pochi giorni, la sua casa-studio nel Jardim Europa sulla Rua Espanha a San Paolo è in vendita. Una super casa da 686 metri quadrati e messa in vendita al prezzo di 34 milioni di Real brasiliani pari a oltre 5 milioni e 500mila euro. Nella casa ci sono affreschi dell’artista che ricordano la Garfagnana e Villa Collemandina.

Fulvio Pennacchi, morto nel 1992 proprio a San Paolo, era specializzato nella pittura murale e nella realizzazione di ceramiche. Ha fatto parte del Gruppo Santa Helena, insieme ad Alfredo Volpi, Francisco Rebolo, Aldo Bonadei, Alfredo Rizzotti, Mario Zanini, Humberto Rosa e altri. La sua pittura è sensibile e personale, in particolare nell’interpretazione dei grandi temi biblici e delle vite dei santi, a causa della sua infanzia segnata dall’educazione religiosa cattolica.


Pochi anni fa, a Castelnuovo, si tenne un incontro di approfondimento e di conoscenza sull’artista, che lasciò l’Italia nel 1929 forse per dissidi politici interni al partito fascista per diventare uno degli artisti del ’900 più apprezzati in Brasile, e non solo. Le sue opere sono esposte nelle gallerie nazionali; i suoi affreschi arricchiscono luoghi di culto e importanti edifici pubblici come municipi e aeroporti. L’iniziativa di far conoscere a distanza di 27 anni dalla sua morte questo artista nato a Pianacci, frazione del comune di Villa Collemandina, che all’età di 17 anni partecipò anche alla marcia su Roma, nacque dall’associazione Iagb (Intorno all’arte di Gino Bertoncini) presieduta dall’artista Sergio Suffredini. Oggi i legami con la Garfagnana sono ormai dissolti, ma alcuni garfagnini che si trovano in Brasile hanno fatto sapere la notizia delle messa in vendita della casa. Una super villa con un enorme appezzamento di terreno: sei camere da letto e sei bagni, una torretta e un’area di servizio con altre due camere oltre alla piscina. —

Luca Dini

© RIPRODUZIONE RISERVATA