Contenuto riservato agli abbonati

Ztl a Lucca, arrivano nuovi varchi

Telecamere in via del Molinetto, piazzale Verdi e via Elisa. Novità in S. Maria

LUCCA. Zona a traffico limitato (Ztl), anche nell’anno del Covid il varco di porta Santa Maria – lato Mura – resta il più prolifico: 5.288 sanzioni. E nel 2021 la Ztl si arricchisce di due nuovi accessi (piazzale Verdi e via del Molinetto) e si modifica in via Elisa, con lo spostamento della telecamera all’angolo con via Santa Chiara. Nei giorni scorsi la polizia municipale ha festeggiato i 170 di attività e ha colto l’occasione per fare il punto sull’attività svolta nel corso del 2020, un anno profondamente segnato dalla pandemia. Per forza di cose ne hanno risentito anche le sanzioni comminate a seguito di ingressi irregolari nella zona a traffico limitato del centro storico, scesi a 18.624 rispetto ai 52.296 del 2019. Un -64 per cento che ha una duplice motivazione: da un lato la netta riduzione del traffico veicolare durante i vari lockdown che si sono susseguiti nel corso dell’anno e che in certi momenti (soprattutto a marzo) hanno visto una riduzione del traffico veicolare del 70 per cento. I

n secondo luogo, la decisione dell’amministrazione comunale di lasciare i varchi completamenti aperti da marzo fino a maggio, e fino ad agosto nella fascia oraria 8-20. Una scelta fatta per cercare di favorire la ripresa delle attività commerciali presenti nel centro cittadino. Nel 2021 dovrebbe esserci una ripresa delle sanzioni, anche se i dati dei primi quattro mesi dell’anno al momento restano interlocutori: 4.205 ingressi irregolari da gennaio ad aprile. Ma si tratta anche del periodo in cui storicamente si registrano meno movimenti su Lucca, quindi bisognerà vedere come andrà l’estate 2021 per tracciare un bilancio. Di certo, in più ci sarà il nuovo varco situato in fondo a via Vittorio Emanuele, angolo con via della Magione, entrato in servizio a maggio e di cui non si hanno ancora i primi dati.

Venendo alla classifica dei varchi più “pericolosi” per chi è senza permesso, il primo posto spetta al varco di piazza Santa Maria, lato Mura con 5.288 accessi irregolari registrati. Anche lo scorso anno era il varco con più multe all’attivo. Il motivo? È da qui che si transita per raggiungere Santa Zita, la casa di riposo posta dentro le Mura. In teoria chi va alla struttura, dato che spesso si tratta di persone anziane con difficoltà a deambulare, dovrebbe segnalare il suo arrivo al centralino dell’ente, comunicare il numero di targa ed evitare così la sanzione (i responsabili hanno accesso al software che consente di “salvare” chi deve portare un ospite). Ma evidentemente non tutti provvedono a farlo. L’altro aspetto confermato da questo dato riguarda il fatto che porta Santa Maria sia una delle principali vie d’accesso alla città. Un ingresso in cui però l’eccessiva commistione tra pedoni, auto, taxi e parcheggi crea confusione e spesso induce in errore chi non sa bene dove andare.

Un problema a cui l’amministrazione comunale conta di ovviare con il progetto di risistemazione della piazza: «Dovrebbe partire entro l’estate – spiega l’assessore Gabriele Bove – Verranno riorganizzati gli spazi e questo consentirà una minore commistione tra pedoni e mezzi, il tutto lasciando inalterato il numero di parcheggi e ricavando un’area pedonale in cui sarà possibile in futuro organizzare anche degli eventi». Per quel che riguarda lo spostamento da via del fosso a via Santa Chiara della telecamera posta in via Elisa l’assessore spiega che il tutto avverrà nella seconda parte dell’anno, dopo che sarà completata la rotatoria fuori porta S. Jacopo e sarà istituito il senso unico (in ingresso) su via Elisa, dove verrebbero realizzati nuovi stalli per la sosta. C’è da valutare la possibilità di lasciare fuori dalla Ztl via delle Sette arti, il che consentirebbe alle auto di ritornare su via Elisa passando da piazza S. Ponziano, anche se l’uscita sarebbe sempre da porta S. Jacopo. Per il varco in piazzale Verdi (davanti a Itinera) e di via del Molinetto (per gli ambulanti dell’antiquariato) l’iter deve essere avviato. Il Comune conta di attivarli tra fine anno e inizio 2022. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA