Muore di Covid a 48 anni

Claduio Lenci

La vittima è Claudio Lenci, lucchese, molto conosciuto nel mondo del pallone dilettantistico. Era ricoverato in terapia intensiva 

LUCCA. Claudio Lenci non ce l’ha fatta. Il Covid se l’è portato via a 48 anni dopo che, dal 27 aprile scorso, era ricoverato in terapia intensiva all’ospedale San Luca. La notizia della sua prematura scomparsa, avvenuta nella tarda serata di giovedì 13 maggio, ha gettato nello sconforto il mondo del calcio dilettantistico che era il suo brodo primordiale. Claudio era tifoso dell’Inter, ma soprattutto era innamorato del pallone. Tanto da dare una mano, pur senza essere inserito nei quadri dirigenziali, in varie formazioni dilettantistiche: dalla Fortis Lucchese al S. Alessio Ponte del Giglio (dove aveva operato anche come guardalinee) sino all’Aquila S. Anna che negli ultimi tredici anni è stata la sua seconda casa.  Un gigante buono che da tantissimi anni era affetto da problemi di salute, ai quali si è poi aggiunto il Covid.