Castelnuovo, il dottor Soldati rimane

Non chiude il servizio ecografico. In cardiologia arrivano tre medici dal Cnr

CASTELNUOVO. Tre nuovi medici per cardiologia, la conferma del dottor Gino Soldati per altri due anni e la riattivazione dell’ambulatorio di senologia a partire da settembre.

Tre buone notizie per la sanità in Valle del Serchio emerse dall’incontro che giovedì i sindaci, sia della Garfagnana che della Mediavalle, hanno avuto con l’assessore regionale alla sanità Simone Bezzini e la direttrice generale dell’Asl, Letizia Casani. «La nostra lettera ha colto nel segno – afferma Francesco Pioli, presidente della Conferenza zonale dei sindaci per la sanità – rimaniamo comunque vigili e sabato parteciperemo anche noi alla manifestazione a difesa dei nostri ospedali a Castelnuovo».


L’evento in programma domani pomeriggio alle 18 sembra vedrà la partecipazione di diversi sindaci e sicuramente di tutte le amministrazioni da Borgo a Mozzano a Minucciano. «La pandemia ha messo in evidenza l’importanza degli ospedali periferici – dichiara l’assessore Bezzini –. La loro salvaguardia e potenziamento è obiettivo primario. Ci sono difficoltà per il reperimento dei medici specialistici, ma cerchiamo di risolverle con tutte le soluzioni possibili. Ho un filo diretto con il territorio grazie al lavoro del consigliere Mario Puppa che ci riporta le preoccupazioni dei sindaci e con lui ho discusso alcune delle possibili soluzioni».

«Le istanze che abbiamo avanzato sono state tutte accettate – dice ancora Pioli –. L’assessore regionale Bezzini verrà presto a visitare i nostri ospedali per i quali ha promesso investimenti sia in termini di professionalità che strutturali».

Insomma, dopo che il caso del reparto di cardiologia di Castelnuovo, rimasta di fatto senza medici, ha fatto tornare lo stato della sanità in Valle alla ribalta, ecco che dalla Regione e dall’Asl arrivano segnali concreti di investimenti di crescita sia per il Santa Croce di Castelnuovo che per il San Francesco di Barga.

«Per il reparto di cardiologia è stata trovata una soluzione continuativa ma temporanea – spiega Pioli – fino a settembre, grazie a un accordo con il Cnr di Pisa, ci saranno tre cardiologi a disposizione e questo permetterà un potenziamento del reparto anche nell’ottica ambulatoriale sia su Castelnuovo che su Barga, come era fino a poco tempo fa. A settembre? L’Asl è al lavoro per reperire cardiologi anche da altre Asl compresa quella pisana. Per noi questo è un risultato importante. Il problema centrale è quello delle risorse umane perché Regione e Asl hanno confermato la disponibilità di incentivare i professionisti a venire in Valle, ma di fatto c’è una crisi di professionalità che preoccupa non solo per il nostro territorio. Le incentivazioni in programma permetteranno anche di rinforzare il personale del pronto soccorso di Castelnuovo che necessita di essere una eccellenza per il territorio».

Il dialogo con l’azienda, moderato dalla presenza di Bezzini, ha portato a un altro risultato fondamentale come annunciato dalla direttrice generale Casani.

«Il dottor Gino Soldati potrà rimanere altri due anni a lavoro – afferma Pioli – la domanda che aveva presentato per poter continuare a lavorare dopo il raggiungimento della pensione per anni di servizio non era stata accolta perché arrivata in ritardo. Verranno riaperti i termini e questa notizia potrà interessare anche altri professionisti».

Oltre a Soldati, che garantirà quindi il prosieguo dell’ambulatorio di ecografia, la riapertura dei termini da parte dell’Asl dovrebbe interessare anche un altro medico prossimo alla pensione, il dottor Alessandro Giusti in ortopedia.

«L’Asl ci ha dato notizia che dal primo settembre tornerà anche l’ambulatorio di senologia – conclude Pioli –. Sarà attivo due volte ogni mese e questa è una vittoria per le donne del territorio, con l’associazione “Il Ritrovo di Roberta” che ci aveva pressato sull’argomento. Insomma, la nostra lettera ha colto nel segno. La manifestazione? Parteciperemo. Ne ho parlato anche con gli altri sindaci e di sicuro ci saremo». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA