Contenuto riservato agli abbonati

Coronavirus, altri due lutti nella Piana lucchese

Un drastico calo nel numero dei contagi nella provincia di Lucca non basta a rendere meno pesante il clima

ALTOPASCIO. È ancora la Piana a pagare il prezzo più alto all’emergenza Covid. Qui vivevano infatti le ultime due vittime in ordine di tempo collegate al virus. Si tratta di Loretta Morotti, 87 anni di Capannori, e di Eugenia Natalini, 93 anni, di Altopascio, ai cui familiari vanno le condoglianze della nostra redazione. Entrambe le donne sono risultate positive ad almeno un tampone, e adesso spetterà all’Istituto superiore di sanità stabilire se è stato o meno il coronavirus la causa diretta dei decessi.

È stato un fine settimana drammatico dunque sotto il profilo Covid, visti anche i due lutti del giorno precedente. E la notizia di un drastico calo nel numero dei contagi non basta a rendere meno pesante il clima, anche perché – come avviene nei fine settimana – quel calo è collegato soprattutto al minor numero di tamponi processati. In ogni caso tra Piana, Lucca città e Valle ieri erano 37 i casi di nuovi positivi al Covid, meno della metà di quelli (77) registrati il giorno precedente. Entrando nel dettaglio restano abbastanza alti proprio i dati di Capannori (sette nuovi casi) e di Altopascio (sei), mentre Lucca, pur essendo la città con il maggior numero di nuovi positivi (14), fa registrare un netto calo rispetto ai 33 del giorno precedente. Continua a destare preoccupazione il caso di Piazza al Serchio, paese di poco più di 2mila abitanti dove ieri si sono registrati altri cinque casi di nuovi contagi, che si vanno ad aggiungere ai quattro del giorno precedente e, soprattutto, agli undici di giovedì scorso. Nessun nuovo caso invece a Castelnuovo dopo il boom di positivi registrato sabato (otto). Completano il quadro Molazzana con i tre nuovi positivi e i Comuni di Porcari e Sillano Giuncugnano con un caso ciascuno.


Più significativo invece il dato dei ricoveri, che fa capire come la situazione sia ancora lungi dall’essere considerata tranquillizzante, con un dato sostanzialmente stazionario: a fronte di un lieve calo nel numero di pazienti nel reparto Covid (da 96 a 94) si registra una crescita analoga delle persone in terapia intensiva (da 18 a 20).

Passando al capitolo vaccini sono un migliaio le persone che tra sabato e ieri hanno ricevuto la prima dose nella Piana di Lucca (il numero totale è passato da 26.932 a 27.944), mentre la seconda dose è stata fatta a 10.133 persone. È salita al 76 per cento invece la percentuale degli over 80 vaccinati. Salendo in Valle le persone che hanno ricevuto la prima dose hanno superato le 9mila (9.178 per l’esattezza), mentre le seconde dosi distribuite sono state 3.252, con l’82,5 per cento degli ultraottantenni che hanno ricevuto la prima dose. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA